La pizzeria era in panne Ora “Mengi” ha aperto il suo locale alternativo

L’investimento

Quando è comparso sulla piattaforma di crowdfunding “Ideaginger” l’appello di Maria Angela Cavallari – più nota col diminutivo di “Mengi” – suonava così: «Abbiamo bisogno di tornare a fare vivere “Da Mengi_Punto22”. Dopo un periodo per noi di difficoltà causate da una situazione giudiziaria/burocratica che riguardava i proprietari precedenti siamo pronti a ripartire. Ci serve però necessariamente un intervento importante al forno a legna (uno dei più vecchi della città) e dobbiamo sostituire l’impianto di riscaldamento/condizionamento perché rotto».


La raccolta lanciata sul web aveva un obiettivo ben preciso: 5mila euro. Il 29 aprile 2019 la “colletta” on line si è chiusa con un risultato positivo per la ristoratrice che gestisce il locale di via Carlo Mayr. I 5.488 euro donati da 138 sostenitori hanno consentito alla titolare di dare concretezza all’idea di creare «un luogo alternativo e familiare – spiega la stessa “Mengi” – Ai clienti offriamo piatti vegani-vegetariani, che escono dai menù tradizionali». Maria Angela Cavallari ha gestito a lungo un negozio di calzature e abbigliamento a Lido Estensi. «Nel 2015 abbiamo deciso di spostarci a Ferrara e intraprendere una nuova attività – ricorda – ma non è stato facile perché ci siamo trovati di fronte ad una serie di imprevisti indipendenti dalla nostra volontà». Le somme donate hanno permesso all’imprenditrice di «sostituire l’impianto di riscaldamento, che non funzionava, di cambiare la piastra del forno e di sostenere i costi dell’apertura della partita Iva. Ringraziamo tutti coloro che hanno creduto nella nostra proposta: a loro spetta la giusta ricompensa che speriamo di poter consegnare in un tempo non lungo. L’idea di rivogerci al web ci è venuta parlando con alcuni amici». –

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI