Sant'Agostino, allarme bomba infondato alle medie: scuola evacuata in pochi minuti

I ragazzi sono stati portati al Palareno con la scusa di una esercitazione. Le forze dell’ordine sul posto, ma per fortuna dell’ordigno nemmeno l’ombra

SANT'AGOSTINO. Momenti di paura nella mattinata di sabato  per gli alunni dell’Istituto comprensivo Dante Alighieri di Sant’Agostino per un falso allarme bomba. Ed è il secondo nel giro di un solo mese, il precedente aveva riguardato un mese fa la scuola elementare.  Erano circa le 11 quando qualcuno ha telefonato al centralino della scuola media. La voce era quello di un uomo, un adulto, che ha più volte ripetuto di aver messo una bomba nella classe 1ª C.

Chi ha risposto alla telefonata si è precipitato dai professori e dai dirigenti, i quali hanno naturalmente subito chiamato i carabinieri.


L’allarme. Tutti gli alunni della scuola media insegnanti e operatori interni sono stati allontanati immediatamente dalla struttura. Ai ragazzi, onde evitare che si scatenasse il panico e si mettesse così a repentaglio la loro sicurezza, è stato detto che era in atto una prova di evacuazione e i ragazzi sono stati accompagnati al Palazzetto dello sport del Palareno, di fronte alla scuola.

L’istituto ed il parcheggio davanti sono stati transennati e sul posto sono subito arrivati carabinieri, artificieri, vigili del fuoco ed il sindaco Roberto Lodi.

Dopo le prime verifiche da parte degli artificieri, ed esclusa la reale presenza della bomba, la situazione è stata spiegata ai ragazzi, che sono stati fatti rientrare per recuperare la propria roba e tornare a casa, perché le operazioni sono andare avanti così da scongiurare ogni tipo di pericolo.

Anche in questo caso i professori e le forze dell’ordine hanno accompagnato una classe per volta a recuperare i zaini e quant’altro. Una volta recuperati tutti gli oggetti personali, gli studenti sono ritornati nuovamente nel Palasport e poi a casa.

I genitori. Qualcuno ha scritto quanto stava accadendo nelle chat e diversi genitori sono corsi al Palareno e hanno portato a casa i figli, mentre altri non potendosi muovere dal posto di lavoro, hanno aspettato il normale orario di uscita, alle 13.15.

«È stato fortunatamente un falso allarme –spiega la mamma di un alunno delle scuole medie –, ma la paura sia da parte dei ragazzi che di noi genitori è stata veramente tanta; con i tempi che corrono non bisogna sottovalutare nulla».

Il primo cittadino Roberto Lodi, presente alle operazioni dell’allarme bomba, dice che «è stato fortunatamente uno scherzo, per coincidenza proprio nella giornata di sabato mattina la docente scolastica aveva previsto una prova di evacuazione a sorpresa, ma dopo la chiamata dell’allarme bomba, non trattandosi più di prova finta, i ragazzi sono stati portati veramente fuori dalla scuola, senza giacca e altro. Pioveva ed alcuni studenti erano anche a mezza manica, ma avendo comodo il palasport, è stato possibile metterli tutti al coperto».

Dopo le verifiche da parte degli artificieri, e accertato il falso allarme, poco prima dell’orario di uscita i ragazzi sono stati accompagnati classe per classe dai carabinieri. «Speriamo che in qualche modo si riesca ad individuare chi ha messo in scena il tutto, poiché è la seconda volta che accade nel giro di poco tempo». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi