Ferrara, servizio ambulanze. L’Asl proroga l’appalto con 450mila euro

I trasporti ordinari sono al centro di una contesa con la Cidas. Il Tar non ha ancora deciso, l’affidamento durerà fino a giugno

FERRARA. Nuova proroga per l’appalto del trasporto ordinario in ambulanza (servizi programmati tra gli ospedali della provincia e altre strutture sanitarie): l’Asl ha allungato i termini oltre il 31 dicembre di quest’anno.

La nuova data di scadenza è il 30 giugno 2020 ed è stata fissata in attesa che venga definita la contesa giudiziaria tra l’azienda territoriale e la cooperativa copparese Cidas, che si trascina ormai da quasi un anno. Per l’allungamento dell’appalto sono stati stanziati 451mila euro: beneficiarie le associazioni che hanno avuto a gennaio 2019 l’affidamento dell’appalto, un atto poi avversato dalla cooperativa: 133.333 euro per Nico Soccorso, 84.070 euro l’Assistenza Pubblica Estense, 115.255 euro per la Pubblica Assistenza Città di Portomaggiore, 10.477 euro per Sant’Agostino Soccorso, 52.005 per la Pubblica Assistenza Valle Pega, 46.076 euro per Voghiera Soccorso. L’assegnazione del servizio è stata decisa con la clausola che l’assetto potrebbe cambiare, a proroga in corso, in base alla sentenza della magistratura amministrativa.


La storia della gara. Il Tar aveva respinto l’1 marzo scorso la richiesta di sospensiva degli effetti della determina, che aveva ribaltato riconoscendo un errore di calcolo, il risultato dell’atto che aveva affidato il servizio alla Cidas mettendo i trasporti ordinari sotto il cappello dell’associazione che rappresenta le sei organizzazioni di volontariato. Era stato proprio questo sodalizio a segnalare la svista, corretta con l’emissione di un nuovo atto il 10 gennaio scorso.

L’affidamento avrebbe dovuto superare una procedura basata su assegnazioni brevi, con durata annuale e spesso prorogate, bandendo una gara con durata più lunga, triennale. Tre i lotti oggetto della procedura: i trasporti ordinari da strutture dell’Asl, l’appalto finito al centro del ricorso (circa 4 milioni di euro il suo valore), i trasporti ordinari dal Sant’Anna e il trasporto disabili e dializzati, gli ultimi due assegnati in modo definitivo. —

Gi.Ca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA