Lite tra leghisti e busker Sanzioni e denunce con colletta su Facebook

Il caso

Multe e denunce con colletta finale sui social per aiutare il destinatario delle sanzioni a pagare l’importo. Alla vigilia di Natale niente auguri, in centro a Ferrara, ma attimi di tensione tra militanti del Carroccio e artisti di strada con relativi strascichi giudiziari.


È successo la mattina del 24 dicembre mentre un banchetto organizzato dalla Lega raccoglieva le firme per sostenere la lista dei “Giovani per l’Ambiente” che affiancherà alle regionali il nome della candidata alla presidenza, Lucia Borgonzoni.

Il parapiglia si è innescato in corso Martiri della Libertà, sul marciapiede (lato Savonarola) dove si affacciano diversi negozi, tra i militanti del banchetto da una parte e l’artista di strada, Jiri Maron, che propone spettacoli con bolle di sapone, e un amico che occupavano una postazione sul marciapiede sull’altro lato della strada. All’improvviso sono partite accuse di razzismo rivolte ai militanti della Lega, uno dei quali ha reagito a parole. Sono intervenuti due agenti della polizia locale; un caffè lanciato dal busker ha insozzato il giaccone di un militante della Lega. Alla fine i due artisti sono stati accompagnati in questura dove hanno rilasciato le loro dichiarazioni e un video è finito sulla pagina Facebook della candidata Lucia Borgonzoni. La vicenda è sul tavolo della Digos e del magistrato che dovrà verificare se sono stati commessi reati. La Lega ha firmato una nota in cui si additano «probabili attivisti di collettivi e centri sociali», senza altri riferimenti, come responsabili di minacce e insulti. Il vicesindaco, Nicola Lodi, che era presente sul posto martedì e ha definito i due artisti «zecche rosse», aveva già avuto qualche scontro con il busker delle bolle di sapone. Quest’ultimo era stato sanzionato con due multe per aver lasciato incustoditi abiti e attrezzi sul marciapiede. Ma ieri Matteo Buzzatti su Fb, dopo aver lanciato l’idea di una colletta, ha annunciato che sono stati raccolti in poche ore 377 euro per sanare le sanzioni (circa 350 euro). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA