Corti di Medoro: il market, lo studentato e le strutture per anziani

I possibili futuri sviluppi nell'area di proprietà del gruppo Parnasi

FERRARA. Un supermercato su un’area di 2mila metri quadrati, un nuovo studentato con 250 posti letto, una fascia di verde con villette o strutture per anziani. Il quartiere ex PalaSpecchi ha già acquisito una sua fisionomia, ma il contesto è destinato a cambiare piuttosto velocemente, appena si definirà l’ingresso della Banca Popolare di Bari come nuovo proprietario degli immobili di Ferrara 2007, società del gruppo Parnasi. Gli investitori romani sembrano decisi a lasciare la città e nella definizione dei rapporti finanziari con la banca, da poco commissariata, l’istituto potrebbe assumere a breve il controllo del complesso immobiliare ancora intonso, che comprende l’edificio con gli specchi che si affaccia su via Beethoven, la piastra commerciale a fianco delle quattro torri sul lato PalaSilver e le palazzine inutilizzate sul lato sud.

«L’idea di realizzare un nuovo studentato con un investimento di 6 milioni di euro nell’edificio a fianco del complesso già destinato agli studenti - spiega il direttore generale di Acer, Diego Carrara - è più che concreta e va a esaudire un’esigenza che è legata all’espansione dell’Università, con una platea in crescita di oltre 22.500 iscritti».


Nella piastra commerciale si insedierà un supermercato con un marchio che dovrebbe essere già noto in provincia. Gli edifici sul limite dell’area verde di via Tassoni, nel tratto più vicino al Palazzo dello Sport, dovrebbero essere abbattuti, ma sulla loro destinazione non c’è ancora certezza. Sull’altro lato di via Tassoni, invece, si notano le impalcature della nuova caserma della polizia locale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi