Contenuto riservato agli abbonati

Cento, cuochi scolastici a lezione di ricette con miglio e sorgo

Il Comune  ha aderito al progetto Great Life per un’alimentazione più sana 

CENTO. E’ avviato il training degli chef delle mense scolastiche per la preparazione di ricette volte ad offrire ai ragazzi una dieta sana a base di sorgo e miglio. Il sorgo fa parte della famiglia delle graminacee e somiglia al frumento, ma a differenza di quest’ultimo non contiene glutine. Il miglio invece, diffusissimo in epoca romana era impiegato nella preparazione di una sorta di farina ottenuta mescolando cereali. Ora, nell’ambito del progetto europeo Great Life, il Comune di Cento avvia così il percorso che ha come capofila il Dipartimento di scienze e tecnologie agro-alimentari dell’Università di Bologna e con partner Kilowatt, Alce Nero, la Città del Guercino e Lce.

La formazione. I prodotti preparati durante il progetto, infatti, saranno sperimentati proprio nelle scuole del comune. Il training è iniziato con un primo incontro conoscitivo al centro di cottura gestito dalla società cooperativa Gemos, concessionaria per il Comune di Cento della gestione delle mense scolastiche, al quale hanno partecipato i collaboratori e i cuochi di Gemos, il Comune di Cento e la chef Pina Siotto, docente di cucina vegetale, antropologa e autrice.


La formazione è continuata poi con un secondo appuntamento al podere Santa Croce. Obiettivo fornire ai cuochi una visione completa su tutto il processo produttivo e di trasformazione, dal campo alla tavola, dei cereali scelti: il miglio e il sorgo.

Durante questo incontro la chef ha illustrato le diverse preparazioni che si possono fare con la granella di sorgo e miglio. Ricette semplici, da replicare in poche mosse anche nelle nostre cucine domestiche, come sorgo condito con passata di pomodoro o pesto di cavolo nero, ma anche contorni sfiziosi a base di miglio, con verdure di stagione colorate, fino ad arrivare a dolci a base 100% vegetale. Il prossimo passo spetta ai cuochi delle mense scolastiche che hanno il compito di rielaborare, adattare e rendere invitanti le ricette a base di miglio e di sorgo per i piccoli commensali.

«L’Amministrazione comunale – spiega il vicesindaco Simone Maccaferri – ha riconosciuto, partecipando al progetto Great Life, l’importanza di una dieta sana e la consapevolezza del ruolo di alimenti naturali e ottenuti mediante pratiche sostenibili. È vitale, infatti, che anche le generazioni più giovani imparino quanto sia rilevante la necessità di innovare le proprie scelte alimentari adottando stili di vita green».

Il traguardo. «Obiettivo finale del progetto aggiunge Maccaferri - sarà la definizione di linee guida che, basate sull’accettabilità da parte degli utenti dei prodotti, risulteranno in linee guida per le procedure di appalto verde per i futuri affidamenti nel settore delle mense scolastiche per le pubbliche amministrazioni della Regione». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA