Benini (Cinquestelle): "Non siamo spariti noi, ma Forza Italia"

Il candidato dei Pentastellati: "Ora aspettiamo al varco Bonaccini su trasporto pubblico e riconversione ecologica delle aziende"

"Possiamo dire di essere soddisfatti come M5s, constatiamo che chi è sparito dall'Emilia-Romagna non sono i Cinque Stelle ma è Forza Italia, che forse non avrà nemmeno un seggio". Lo ha detto Simone Benini, candidato presidente per il M5s, partito che ha accusato una forte battuta di arresto. "Per quanto riguarda Bonaccini invece - ha proseguito Benini - noi abbiamo parlato di temi in questa campagna e Bonaccini ha rilanciato i nostri temi, quindi va benissimo, più copiate i nostri programmi e meglio è. Lo aspettiamo per quanto riguarda il trasporto pubblico locale gratuito, lo aspettiamo per quanto riguarda la riconversione ecologica delle aziende, lo aspettiamo per quanto riguarda i 4,5 milioni di alberi che ha detto che pianterà. Poi, invece, per quanto riguarda la Borgonzoni visto quello che ha detto, ci aspettiamo che venga a sedere in consiglio regionale e non in Senato".

Di "implosione totale dei Cinquestelle ha parlato invece Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, ed ex attivista del M5s. «Implosione totale perchè nel 2010 il M5s totalizzava il 7% alle Regionali e da lì cominciava la cavalcata e da lì sempre in su ma la parabola c’è per tutti se non ci sono contenuti, se non si crea classe dirigente, se non ci sono regole chiare, se si va dietro solamente a chi comanda e a chi urla di più». «E oggi - ha continuato - quelli sono i risultati, penso anche con evidenti spaccature interne».