Contenuto riservato agli abbonati

Grossa nutria in piazza a Tresigallo davanti al negozio: «Ho chiamato i carabinieri»

La grossa nutria davanti alla saracinesca del negozio

L’episodio domenica pomeriggio all’Italia Frutta. Il titolare: era immobile, per fortuna è subito intervenuta una volontaria

TRESIGALLO. Aveva forse pensato di mangiarsi un po’ di frutta o, molto più probabile, aveva semplicemente perso l’orientamento, ritrovandosi così confusa a vagare per il centro del paese, fino a rintanarsi tra i cartoni dell’Italia Frutta, noto negozio di frutta e verdura situato in piazza Repubblica 20, in pieno centro a Tresigallo. Si tratta di una nutria di notevoli dimensioni, scoperta domenica pomeriggio dal titolare dell’attività, il quale in parte spaventato e in parte confuso, ha chiamato i carabinieri per capire il da farsi. I militari hanno chiamato un’associazione di animalisti e poco dopo è arrivata una volontaria da Sabbioncello (Comune di Copparo) a prendersi cura dell’animale, visibilmente spaventato e non aggressivo.

«Avevo paura»


Ad accorgersi dell’animale che girava per le vie di Tresigallo erano già stati alcuni residenti nel corso della mattinata di domenica, come conferma Angelo Russo, titolare del negozio: «Qualcuno al mattino mi aveva segnalato che c’era una nutria che girava in piazza - racconta -, non ci credevo perché mai si era visto un animale di quel tipo in paese, ma solo nelle nostre campagne. Nel pomeriggio dovevo passare nel negozio per sistemare alcune carte, quando mi è tornato in mente la segnalazione del mattino e così sono andato sul retro e l’ho vista ferma immobile sulla saracinesca, vicino alle cassette vuote ed agli imballaggi della frutta. Sono onesto, ho avuto paura, perché la nutria era grossa, capitato dei piccoli topi ma non un animale così grosso. Magari se la spaventavo per farla scappare poteva mordere le persone in giro in piazza in quel momento. Così ho chiamato i carabinieri, spiegando che non avevo alcuna idea di come comportarmi».

Anomalia

Le nutrie sono molto diffuse sul nostro territorio, specialmente nei pressi del fiume Po e dei canali, creando da anni disagi ai contadini per le buche che fanno sugli argini. Ma una nutria in piazza in un paese è senz’altro un’anomalia. Forse ha perso l’orientamento e non sapeva più come fare a tornare in campagna, di certo vederla in giro di domenica per le vie di Tresigallo dev’essere stata una bella sorpresa per tutti. O, magari, era stata attirata dall’odore della frutta del negozio di Russo: «Chi lo sa, qualche mio amico scherzando ha detto che era venuta in negozio per prendere qualche frutto e c’è rimasta male perché lo ha trovato chiuso. Significa - conclude Russo - che mi toccherà aprirlo anche la domenica per far felici le nutrie...». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA