Contenuto riservato agli abbonati

Cento, abbandonano rifiuti per strada: quattro persone multate

C’è chi arriva anche da fuori provincia per lasciare la spazzatura al White Park. Controlli di polizia locale, guardie volontarie e Clara. Arrivano le fototrappole

CENTO. Controlli in corso e già quattro sanzioni contestate a chi abbandona rifiuti nel parco commerciale del White Park, come in altre aree del Centese. L’amministrazione comunale di Cento, tramite la polizia locale, ha attivato da tempo una convenzione con l’associazione Agriambiente-Ferrara per la vigilanza ambientale, costituita da guardie particolari giurate volontarie abilitate con decreto prefettizio, quindi pubblici ufficiali, a svolgere attività di vigilanza in materia ambientale con poteri sanzionatori autonomi.. A seguito dei ripetuti abbandoni di rifiuti urbani nella zona retrostante il parco commerciale di via Matteo Loves, l’associazione è stata attivata per effettuare controlli. Durante l’attività svolta, solamente nel mese di gennaio è stata accertata una decina di violazioni di cui quattro sono state contestate in flagranza, proprio mentre i rifiuti venivano abbandonati.

Da fuori provincia. Accertamenti che hanno evidenziato come alcune delle persone che abbandonano rifiuti nel Centese siano residenti fuori provincia. A seguito di ispezioni congiunte con operatori di Clara si è già intrapreso l’iter amministrativo per l’identificazione. Ad esempio in un caso le guardie hanno potuto risalire subito e con certezza ad un responsabile, impiegato in un’attività artigianale con sede a Cento, che, una volta interpellato, ha ammesso la propria responsabilità. Gli è stata pertanto subito contestata la sanzione amministrativa di 104 euro, prevista dai regolamenti. In quella, come in altre zona, i controlli proseguono.


Altre indagini. In collaborazione con la polizia locale, si stanno svolgendo ulteriori indagini per contestare altre violazioni, commesse anche da residenti in provincia di Modena e Bologna. «L’attività di vigilanza e controllo in questa materia – spiega il comandante Fabrizio Balderi –, grazie alla collaborazione tra Agriambiente, polizia locale e Clara, non è nuova, ma costituisce il proseguimento di analoga attività svoltasi anche nel 2018 e 2019 e che ha visto l’accertamento di oltre 120 violazioni».

Per il 2020, poi, sono previsti l’acquisizione e l’utilizzo «delle fototrappole, oltre ai normali controlli, e saranno organizzati periodicamente su tutto il territorio comunale servizi congiunti per contrastare l’incivile e illecito comportamento di chi abbandona rifiuti».

Le convenzioni. Fondamentale per l’assessore alla sicurezza Antonio Labianco, «ottimizzare le convenzioni esistenti con le realtà che svolgono specifici servizi volti a combattere l’abbandono dei rifiuti, piaga che incide sul decoro e sull’igiene ambientale. E a tal proposito tengo a ringraziare per la professionalità Agriambiente-Ferrara».

Le convenzioni consentono di sgravare «di alcune incombenze la polizia locale, restituendola pienamente ai compiti istituzionali che le sono propri, quali il controllo del territorio». —

Beatrice Barberini

© RIPRODUZIONE RISERVATA.