Una causa doppia per perseguire gli haters del web

L’insegnante Marzia Marchi e la segretaria di Rifondazione comunista, Stefania Soriani, assistite dall’avvocato Vasco Sisti, il 25 luglio del 2019 hanno annunciato in conferenza stampa di aver presentato querele distinte per insulti, commenti crudeli e diffamatori comparsi sul web. Marchi era finita nel mirino di sette tifosi della Spal per una protesta ambientalista, Soriani oggetto di offese per la sua attività politica. In tutto otto denunce (sette fatte da Marzia Marchi, di cui una poi ritirata) per combattere l’odio sul web.