Da Copma 50mila euro E da Masi arrivano cento tute in Tyvek



Un vero e proprio mare. È il mare delle donazioni arrivate in questi giorni di grande difficoltà, a favore dell’ospedale “Sant’Anna” di Cona. Tanto che finora per questa nobilissima causa sono stati raccolti ben 90mila euro. Una ditta di Copparo, da sola, ha dato 2mila euro, ma tanti sono gli esempi che contribuiscono a rendere meno cupa l’atmosfera che si respira. Il motto che dirigenti ed operatori hanno assunto è: non è la cifra che rende importante una donazione ma il sentimento che la anima. Cinquantasei sono le donazioni fatte da privati (per lo più famiglie). Per donare all’ospedale di Cona si può effettuare un bonifico con causale: “Donazione per emergenza coronavirus”, sul conto corrente aziendale intestato a: Azienda ospedaliero–universitaria di Ferrara”, Banca Intesa San Paolo Spa, iban IT80W0306902477100000046050.


E una donazione indispensabile per tutelare chi corre quotidianamente per salvare una vita, è quella effettuata da Morena Mascellani, di Masi Torello. La donna è rimasta molto colpita dai gravi fatti di cronaca legati al Covid-19 e attraverso un’amica infermiera ha deciso di dare un segnale concreto di vicinanza donando 100 tute in Tyvek, un materiale apparentemente simile alla carta, ma con qualità antistrappo e resistente a molti acidi. Le tute sono certificate come Dispositivi di Protezione Individuale di classe III, la più sicura e adatta in queste situazioni secondo le classificazioni delle norme legate alla sicurezza dei lavoratori. Ed ancora, la Copma di Ferrara, ha elargito ben 50mila euro alla Protezione Civile regionale; la Lilt, lega italiana lotta ai tumori ha attivato una raccolta fondi per l’acquisto di saturimetri per misurare la saturazione di ossigeno nel sangue. Mille euro ciascuno: è quanto donato dai consiglieri e assessori regionali del Pd a sostegno della emergenza sanitaria. «Insieme – dice la capogruppo Marcella Zappaterra – possiamo vincere questa partita». Infine, ma non certo ultimo, è il messaggio che arriva dal direttore generale dell’Asl, Claudio Vagnini il quale ringrazia tutti gli operatori della sanità e prosegue dicendo che «l’Azienda Usl sta realizzando una mail sulla quale tutti i cittadini potranno scrivere una parola o un grazie agli operatori dell’azienda sanitaria ferrarese». —