Decima vittima da covid-19 a Ferrara, è una donna di Pieve di Cento

La 71enne era ricoverata all'ospedale Sant'Anna, il decesso è avvenuto oggi

FERRARA. Una conta insopportabile, che si aggiorna di ora in ora. Nel Ferrarese la quota dei decessi per coronavirus sale a 10: oggi, lunedì 23 marzo, è morta una donna di 71 anni di Pieve di Cento, che era ricoverata all'ospedale Sant'Anna dallo scorso 19 marzo, in un reparto di sospetti Covid-19.

Si appesantisce quindi ulteriormente il bilancio locale dell’epidemia, anche se la provincia estense resta il territorio meno coinvolto dagli effetti più gravi della diffusione del virus. In provincia dall’inizio del monitoraggio si contano, con oggi, 10 decessi tra persone contagiate, una sequenza che con brevi pause ha marcato drammaticamente l’ultima settimana, a partire dal primo caso - l’85enne ex impiegato del petrolchimico, di Ferrara, deceduto venerdì 13 marzo - seguito da una donna di 84 anni, di Ferrara, da un 77enne di Cento, da un 60enne di Voghiera (il 15 marzo ma confermato il 19 marzo con l’esito postumo del test) e da un 73enne di Ferrara, il 16 marzo quindi da un 75enne di Goro, un 88enne di Poggio Renatico, una 68enne di Ferrara, un 85enne di Cento, una 71enne di Pieve di Cento.

Un bilancio tristissimo, che però non si esaurisce qui. Anche il comune di Santa Maria Maddalena (Ro), subito di là dal Po, comunità dove abitano molti cittadini ferraresi e che conserva rapporti molto stretti con il territorio estense, ha registrato la sua prima vittima. Si tratta di Gianfranco B., 90 anni, come ha confermato la sindaca di Occhiobello, Sondra Coizzi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA