Altri quattro morti, nel Ferrarese il conto sale a 15

Si tratta di  tre uomini residenti a Molinella (Bo), a Ferrara e a Cento e di una donna di Copparo

FERRARA. Nuovo drammatico aggiornamento dei dati dei decessi collegati all'infezione da coronavirus.  Nel Ferrarese hanno perso la vita quattro persone: un uomo di 87 anni, di Molinella (Bo), ricoverato al Sant'Anna da una settimana in un reparto per pazienti Covid positivi e morto nella notte; un uomo di 88 anni, di Ferrara, ricoverato in Rianimazione, in ospedale da una decina di giorni, deceduta questa mattina (24 marzo); una donna di76 anni, di Copparo,  a Cona dal 9 marzo scorso e ricoverata in un reparto Covid, e un uomo di Cento, morto nei giorni precedenti. Il conto per la nostra provincia sale quindi a 15 vittime legate alla diffusione della panemia.

Nel giro di dieci giorni il bollettino provinciale ha annotato una luttuosa sequenza che cresce ormai di giorno in giorno, a partire dal primo caso – l’85enne ex impiegato del petrolchimico, di Ferrara, deceduto venerdì 13 marzo – seguito da una donna di 84 anni, di Ferrara, da un 77enne di Cento, da un 60enne di Voghiera (il 15 marzo ma confermato il 19 marzo con l’esito postumo del test) e da un 73enne di Ferrara, il 16 marzo quindi da un 75enne di Goro, un 88enne di Poggio Renatico e una 68enne di Ferrara. Ieri sono deceduti un 85enne di Cento, una 71enne di Pieve di Cento, una 82enne di Ostellato.

Nei giorni scorsi anche Santa Maria Maddalena (Ro) ha registrato il suo primo decesso, un pensionato che aveva lavorato al petrolchimico. Ieri la nipote ha dato la notizia di un uomo originario di Sant'Agostino morto a Brescia dopo aver contratto l'infezione. Dati non riportati dal bollettino dell'Asl, che viene stilato con i decessi avvenuti sul territorio, ma che toccano persone che hanno avuto o hanno legami con la nostra provincia.