Ottantenne in stazione a Ferrara sventa lo scippo, il video inguaia la ladra

I filmati hanno rivelato precedenti tentativi di borseggio. La malvivente multata anche per le norme anti contagio

FERRARA. Tentato furto, tentata rapina, e pure l’ormai famoso articolo 650 del codice penale: inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, che scatta inevitabilmente in caso di reato, non certo da includere tra i motivi di necessità per trovarsi fuori casa.

È la sfilza di contestazioni a carico di una donna rumena, già conosciuta alle forze dell’ordine, che giovedì ha adocchiato una “preda” apparentemente facile in stazione. La vittima predestinata, un uomo di 84 anni. Ad attirare l’attenzione della malvivente, il borsello tenuto a tracolla dall’anziano. La donna ha provato prima il classico borseggio: il proprietario, seppure inconsapevole delle illecite (e ripetute) manovre alle sue spalle, non ha lasciato alcun margine di manovra alla ladra che a quel punto, arrivati fino al sottopassaggio, ha deciso di cambiare tecnica e di passare alle maniere forti. La donna ha cercato di scippare il malcapitato, afferrando la tracolla del borsello. Ma non ha fatto i conti con la reazione della vittima, che ha opposto una strenua resistenza, tenendosi ben stretto il borsello. Di fronte al secondo smacco, la ladra ha rinunciato al bottino e si è allontanata a gambe levate. Ma con altrettanta rapidità il pensionato si è poi rivolto alla Polizia Ferroviaria di Ferrara per denunciare l’accaduto.


Filmato rivelatore

Gli agenti della Polfer hanno immediatamente visionato il filmato girato dalle telecamere di videosorveglianza, ed è stato a quel punto che l’anziano si è reso conto di essere stato preso di mira più volte dalla borseggiatrice. Le immagini hanno permesso infatti di ricostruire tutta la sequenza: la donna, in stazione, si mette alle calcagna dell’ottantenne, con l’evidente mira di derubarlo. Si avvicina alle sue spalle e cerca, più volte, di mettere in atto qualche manovra di borseggio, cercando dunque di sfilare il portafoglio. Questo fino all’arrivo al sottopassaggio, quando passa al tentativo di furto con strappo, senza per fortuna provocare danni o rovinose cadute all’anziano.

Dal filmato è stato anche possibile identificare e poi rintracciare la malvivente, già schedata dalle forze dell’ordine. Ma ai reati di tentato furto e tentata rapina si è aggiunto anche quello che in questo periodo è “specifico” in ambito di norme per il contrasto alla diffusione del coronavirus: non c’era alcun motivo che giustificasse la presenza della donna fuori di casa, ed è dunque scattata anche l’accusa di inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, con relativa multa. Stessa contestazione anche a un uomo denunciato perché non aveva rispettato un foglio di via obbligatorio del questore, e scoperto proprio nell’ambito dei controlli sul rispetto delle norme anticontagio. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA