Doppio traguardo per il fornaio Giorgio

«Una vita per il lavoro»: Benini titolare dell’omonimo panificio compie 75 anni, oltre 60 dei quali a fare il pane

BAURA. È una delle attività che adesso lavora regolarmente. E così il doppio traguardo che viene tagliato venerdì è piuttosto insolito, quanto meno per quello che è l’ambiente esterno al negozio. Parliamo del Panificio di Giorgio Benini, storica attività commerciale che si trova in via Monte Uliveto a Baura. Benini oggi taglia due traguardi, il primo sono i 75 anni di età, il secondo 61 anni di lavoro all’interno del forno. Ma l’instancabile fornaio aveva iniziato ad appassionarsi all’arte della panificazione ben prima, da quando aveva 11 anni e poi arrivato ai 14 ecco l’assunzione nel forno di Baura, uno dei primi della zona, realizzato da Ermanno Piffanelli. E fu proprio Piffanelli (padre del noto professor Adriano) ad insegnare questa arte impareggiabile a Benini.

«Volevamo festeggiare papà nel giorno del suo compleanno e nella ricorrenza di 61 anni di lavoro». A parlare è la figlia Elisa che continua, «quest’anno è un compleanno un po’ diverso papà, ma noi tutti vogliamo renderti omaggiarti perché non solo raggiungi un traguardo così importante nella vita e sembri ancora un “zuvnaz”, ma anche per la tua vita dedicata al lavoro».


lavoro e famiglia

«Perché come tu ci ricordi spesso - aggiunge la figlia -, il 10 aprile di 61 anni fa, al compimento del quattordicesimo anno di età, “ti misero “in regola” ma già da qualche anno, quando eri ancora un bambino, inforcavi la bici e ti recavi in un panificio! Quanti anni papà hai dedicato nella tua vita a noi ed al lavoro, hai le mani segnate dalla fatica e la scogliosi da postura “infornamento”, perché ancora gestisci il tuo, il nostro, panificio artigianale, dove fai il pane come una volta, ed ogni coppia è infornata a mano... pochi svaghi, la montagna e il riuscire a toglierci ogni desiderio. Abbiamo avuto i nostri problemi ed abbiamo capito che la famiglia del Mulino Bianco non esiste, ma esiste da 48 anni il Panificio di Giorgio Benini, questa è stata la tua e la nostra certezza, grazie».

Ora l’attività, oltre a papà Giorgio e mamma Viviana (la “capessa”), viene portata avanti quotidianamente dai figli Elisa ed Enrico: «Ci prendiamo tante soddisfazioni e grazie a te e alla mamma stiamo provando ad intraprendere il tuo cammino, ma siamo consapevoli che non abbiamo la tua forza fatta di dedizione, di impegno e sacrificio. Ancora tanti auguri e mantieniti così che abbiamo bisogno di te».

Un compleanno che venerdì sarà certamente celebrato anche dai clienti del forno, ovviamente a un metro di distanza per rispettare le regole imposte dall’emergenza.