Cento, fondi a famiglie e imprese. E la Tari sarà rimodulata

La ricetta del sindaco Toselli per sostenere la comunità colpita dall’emergenza 

CENTO. «Diversi i progetti in cantiere per sostenere l’economia e le attività commerciali e imprenditoriali locali, colpite dell’emergenza Coronavirus. Da Clara intanto l’impegno di rivedere la Tari, mentre come Comune, una volta approvato il bilancio di previsione 2020-2022, partiremo nell’immediato con tutta una serie di variazioni e proposte necessarie e utili per dare risposte alla città».

Liquidità aggiuntiva


È chiara la volontà del sindaco Fabrizio Toselli di mettere in campo misure volte a sostenere il tessuto economico locale, duramente colpito dalla sospensione delle attività introdotte per decreto per evitare il diffondersi del Covid19.

«Individueremo le risorse da mettere a disposizione– garantisce il sindaco Toselli – delle famiglie e degli esercizi che dovranno ripartire. Di certo, verranno destinati la quota libera dell’avanzo di amministrazione, che ben presto con il consuntivo 2019 quantificheremo con precisione – si parla di diverse centinaia di migliaia di euro ––, come parte delle risorse, pari a circa 1,6 milioni di euro, che dovrebbero rimanere libere grazie alla sospensione del pagamento della quota capitale dei mutui. In questo modo il Comune per le proprie competenze, potrà disporre di liquidità aggiuntiva, per sostenere le maggiori spese conseguenti agli effetti indotti dalla diffusione del Covid19. Come amministrazione intendiamo così dare un segnale importante, andando a investire almeno la metà di queste risorse, a favore di quelle attività penalizzate e di quelle famiglie, oggi in evidenti ed effettive difficoltà dovute alla sospensione e alla riduzione del lavoro».

Sono nel frattempo oltre 1.100 le domande di buoni spesa pervenuti negli uffici dei servizi sociali del Comune: «Altre sono in arrivo tramite posta. Ma nel frattempo è già in corso l’istruttoria per individuare le richieste da accogliere, ed entro la fine della settimana partirà la distribuzione dei buoni spesa».

Più buoni spesa

Raccolte in questi giorni, un numero di domande di gran lunga superiore alle previsioni e al contributo di 188mila euro destinato a Cento dal Fondo di solidarietà: «Incrementeremo con risorse comunali il capitolo dei buoni spesa, per rispondere a tutte le famiglie che, avendo i requisiti e quindi la necessità, ne hanno fatto richiesta».

Tante le idee anche per sostenere il tessuto economico, ma sarà la giunta a definire nello specifico le linee di intervento.

La Tari

«A seguito della richiesta da noi presentata – prosegue Toselli – Clara intanto ci ha già comunicato che ha previsto la rimodulazione della prossima rata della Tari per tutte quelle attività per cui non ha svolto il servizio di raccolta rifiuti. All’impegno di Clara nella riduzione della Tari, per bar, ristoranti e tutti quegli esercizi che non hanno potuto lavorare, si aggiungerà quindi l’impegno concreto del Comune».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi