I casi di Argenta : boom di positivi a Villa Aurora

E oggi sono attesi gli esiti dei tamponi effettuati alla Beneficenza Manica

ARGENTA. Un focolaio meno grave di quanto sembrava in un primo momento, ma uno nuovo che scoppia e per Argenta diventa così il quarto caso.

La giornata di ieri per il territorio argentano ha significato 25 positivi in più, si pensava fossero la ventina preannunciati il giorno prima alla Nuova Ferrara dal direttore dell’Ausl, Claudio Vagnini, relativi al secondo giro di tamponi (in gran parte comunque nuovi perché relativi agli ospiti del secondo nucleo ed agli operatori non controllati in precedenza) della Fiorana di Bando. Invece no, perché nel suo consueto punto serale, ieri il sindaco Andrea Baldini ha comunicato l’arrivo degli esiti dei tamponi relativi a Villa Aurora, la casa di riposo di San Nicolò, dove si registrano 17 positivi, fra ospiti e personale. «Emergenza coronavirus, bisogna continuare a parlare di emergenza - ha detto Baldini, perché qui i numeri dei contagi continuano a salire. Nella struttura Parco La Fiorana eravamo in attesa degli ultimi 53 tamponi, che sono risultati tutti negativi, quindi la situazione è stabile. Ma si complica quella di Villa Aurora, dove i contagi salgono in maniera considerevole. Nell’Argentano abbiamo 25 positivi in più, ben 17 sono all’interno della struttura di San Nicolò, mentre gli altri 8 sono comunque riconducibili alle altre strutture del territorio. Il tema resta il solito, va affrontato e monitorato costantemente, ma gli operatori lo stanno affrontando in modo esemplare, riorganizzando la loro vita per sopperire alle varie esigenze».


E mentre c’è da registrare la nona vittima con il coronavirus fra gli ospiti del Manica, proprio la residenza tornerà ad essere al centro dell’attenzione nella giornata odierna, quando «aspettiamo l’esito dei nuovi tamponi effettuati alla Beneficenza Manica». Dove, ricordiamolo, continuano i ricoveri in ospedale di ospiti positivi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA