Contenuto riservato agli abbonati

Incidente sul lavoro mentre era sul trattore, stabili le condizioni

Ieri mattina coinvolto un uomo  che stava occupandosi della raccolta dei meloni. Immediati i soccorsi: non è in pericolo di vita

GAVELLO. Le sirene hanno squarciato, nel corso della mattinata di ieri, la tranquillità dell’abitato di Gavello. Il 118 è dovuto intervenire in una nota azienda agricola della zona per un incidente sul lavoro, nel corso del quale un uomo è rimasto ferito (ma non si trova in pericolo di vita) ed è stato per questo motivo trasportato in ospedale per accertamenti sanitari. Il tutto è accaduto a metà della mattinata.

LE SERRE

Le attività nell’azienda agricola erano ripartite in settimana, dopo le limitazioni imposte dall’emergenza coronavirus, e l’attenzione di tutti era rivolta alle serre e alle coltivazioni dei meloni. In una Gavello laboriosa dove il melone tipico (liscio o retato) è un frutto conosciuto in tutta la penisola, e dove le aziende locali hanno scelto di commercializzarlo con un marchio proprio assieme all’immancabile cocomero. Allo scopo di recuperare il tempo perduto, il lavoro in settimana è ricominciato con tutta la cura necessaria per la preziosa coltura tipica e, durante le operazioni nei campi, un uomo – secondo le prime ricostruzioni – avrebbe avuto un incidente sul lavoro mentre si trovava su di un trattore. Durante questo incidente, l’uomo avrebbe battuto il costato. Di fronte alle grida di dolore, i presenti avrebbero immediatamente chiamato i soccorsi.

LE CONDIZIONI

Molti cittadini hanno visto arrivare in paese l’ambulanza del 118 e l’automedica giunta da Casumaro, con il medico a bordo. I sanitari hanno valutato le condizioni dell’agricoltore, stabilizzando le sue condizioni, prima di disporne il trasferimento all’ospedale di Cona dove l’uomo è stato successivamente sottoposto ai test diagnostici del caso. Stando ai riscontri in paese, l’uomo rimasto ferito non si troverebbe in pericolo di vita, ed anzi è stato lucido e collaborativo con i sanitari durante tutte le operazioni di soccorso.

LA PREOCCIUPAZIONE

Ovviamente, l’episodio ha creato preoccupazione e sconcerto in paese, dove tutti (proprietari e dipendenti) dell’azienda agricola sono conosciuti e stimati. In molti si sono allarmati vedendo passare in velocità ed a sirene spiegate i mezzi di soccorso, in una “ordinaria” giornata d’isolamento da coronavirus, ma il passaparola ha consentito di tranquillizzare i più sulle condizioni dell’uomo rimasto ferito nelle campagne gavellesi. Nella “patria” di quel melone tipico che qui è prodotto caratteristico per eccellenza e piatto principale della sagra che tradizionalmente si svolge durante il mese di giugno. In tempi chiaramente non flagellati dal Covid-19. —

Mirco Peccenini