Altri 10mila euro al Sant’Anna Dai notai 18mila euro all’Asl

Non si arresta l’onda di solidarietà a favore delle aziende sanitarie del territorio, che stanno compiendo uno sforzo anche economico per mantenere e garantire tutti i servizi necessari per fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Negli ultimi giorni oltre 10mila euro sono stati donati all’azienda ospedaliero–universitaria di Ferrara e l’ato di generosità è arivato da circa 50 donatori. L’ammontare complessivo delle donazioni a favore dell’ospedale è al momento di oltre 530mila euro.


Da segnalare la donazione di quattro fotocopiatori (del valore di 500 euro l’uno) da parte dell’Ordine degli Avvocati di Ferrara e l’elargizione dell’ “A.P.S. Ferrara Cambia” (3.650 euro).

Nella maratona benefica di Fitness, “Fit4Love”, organizzata da FEshion Eventi e Area 55, con l’aiuto di Fabrizio Pareschi, che si è svolta il 16 aprile scorso in diretta streaming, fino ad ora sono stati raccolti circa 1.400 euro e i contributi continuano ad arrivare.

Così come proseguono le donazioni da parte del crowfounding “Gofoundme”, organizzato da alcuni cittadini ed imprese di ferrara: nelle casse del S. Anna sono arrivati ulteriori 1. 500 euro circa.

Tantissimi, anche in forma estremamente generosa, i privati cittadini e le aziende che hanno donato, aggiunge l’azienda ospedaliera. Molti anche i messaggi contenuti nelle causali dei bonifici, rivolti al nostro personale sanitario.

Ma per aiutare le strutture sanitarie del territorio si sono mossi anche gli ordini professionali. Sulla scia delle iniziative raccolte sotto la denominazione “I Notai con la città”, i notai ferraresi donano 18.000 euro all’azienda Usl per sostenere gli operatori impegnati da settimane ad assistere i pazienti ricoverati nelle strutture della provincia. La somma è stata raccolta per iniziativa del Consiglio Notarile, cui hanno aderito non soltanto i 23 notai del distretto, ma anche 9 colleghi che, seppure in pensione, non hanno voluto esimersi dal contribuire.

«Oltre che Pubblici Ufficiali, noi Notai siamo cittadini, e per questo ci sentiamo fortemente chiamati in causa quando la nostra comunità soffre - ha dichiarato Giuseppe Giorgi, presidente del Consiglio Notarile di Ferrara. Per questo abbiamo voluto contribuire a sostenere gli sforzi del personale sanitario, cui vanno i nostri ringraziamenti. Con l’auspicio che, grazie allo sforzo di tutti, ciascuno secondo le proprie possibilità e competenze, ci si possa lasciare alle spalle quanto prima questa difficile situazione».

Un pensiero pure al dopo. «Anche nel momento della ripartenza - ha proseguito e concluso Giorgi - rimarremo a fianco delle persone».

Per ulteriori informazioni consultare il sito internet www. consiglionotarileferrara. it e la pagina Facebook Notai dell’Emilia-Romagna. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA