Contenuto riservato agli abbonati

Comacchio. Il voto per il sindaco sarà entro fine anno. La sfida è lanciata

Le urne si apriranno tra il 15 settembre e il 15 dicembre. L’emergenza sanitaria ha sparigliato: si pensava al 2021

COMACCHIO . Al voto in laguna entro il 2020 per eleggere il successore di Marco Fabbri. È questa la prospettiva, dopo che il governo ha approvato lunedì 20 aprile il decreto legge che comporta lo slittamento delle tornate elettorali amministrative primaverili e del referendum sul taglio dei parlamentari compreso, al prossimo autunno.

Dopo la decadenza dalla carica di primo cittadino, scattata il 30 marzo con la ratifica in consiglio comunale, l’ex primo cittadino, riconfermato al primo turno con una propria lista civica (Per fare) l’11 giugno 2017, ha optato per il seggio nell’assemblea regionale, come indipendente, tra le fila del Pd. Il vice sindaco Denis Fantinuoli, dal giorno successivo, ha assunto le redini del governo locale, nella prospettiva di traghettare il Comune alla prima consultazione elettorale utile, prevista per la primavera 2021. Mancavano infatti i tempi tecnici, previsti per legge, per indire nuove elezioni entro la primavera di quest’anno, ma il rinvio in autunno di tutte le consultazioni elettorali, a causa dell’emergenza sanitaria, ha sparigliato le carte.


Possibile Election Day

La nuova forbice indicata dal governo, entro la quale potrebbero tenersi gli appuntamenti elettorali saltati, tra cui il rinnovo di alcuni importanti consigli regionali, quali Veneto, Toscana, Puglia, Marche, Campania, spazia dal 15 settembre al 15 dicembre prossimi. Già si parla di election day, in quanto la data che sarà designata per il voto, si concentrerà, per l’appunto su una sola domenica.

È ormai quasi certo, dunque, che saranno chiamati al voto in autunno, oltre ai cittadini di Bondeno, per scegliere il successore di Fabio Bergamini, eletto consigliere regionale al pari di Marco Fabbri, anche gli abitanti di Comacchio, città in cui si voterà con il sistema proporzionale e con turno di ballottaggio.

Entro il 27 luglio dovranno essere indetti i comizi elettorali, tempi che secondo il vecchio calendario elettorale erano mancati a Comacchio. I giochi sono più che mai aperti. Gli schieramenti politici dovranno quindi pigiare sull’acceleratore, per individuare il loro candidato a sindaco. —

Katia Romagnoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA .