Ferrara, scacco alla banda della marijuana: i blitz dei carabinieri

Indagine a tutto campo in città contro lo spaccio. Tutto era partito dal fermo in viale Po per un’auto rubata

FERRARA. Continua l’indagine serrata da parte dei carabinieri di Ferrara che in questi giorni stanno assestando un duro colpo alla spaccio di droga in città soprattutto sul fronte del traffico di marijuana. Già sono in finite in manetta sei persone grazie ad un ficcante opera investigativa che comunque non è ancora finita, perché sono prossimi nuovi sviluppi. In pratica in questi pochi giorni sono stati sequestrati complessivamente 12 chili di “erba”.

LA PANDA ROSSA


A dare il via libera a questa vasta operazione antidroga è stato un episodio capitato nel pomeriggio di lunedì 20 aprile. Due carabinieri, che erano appena smontati di servizio, con buona memoria fotografica hanno riconosciuto in prossimità di un’area di servizio in viale Po una panda Rossa che risultava rubata. Hanno così dato l’allarme e sul posto i carabinieri hanno arrestato tre persone per ricettazione, ma con sorpresa hanno cisto che avevano anche della droga a bordo. Da lì è nata l’indagine che poi ha portato nel giro di pochi giorni all’arresto di un uomo di Malborghetto che nascondeva quasi un chilo di droga nella sua casa. Quasi in contemporanea, a seguito di un controllo a Ferrara veniva fermata una donna che aveva un atteggiamento sospetto anche alla vista dei cani antidroga dell’unità cinofila della polizia locale.

All’uomo sono stati concessi In seguito ad una successiva perquisizione effettuata nella sua abitazione di Poggio Renatico, veniva rinvenuti otto chili di marijuana, oltre a bustine pronte per la confezione con la donna che poi è stata tradotta nel carcere bolognese della Dozza. Il giorno dopo è finito in manette un ferrarese di 52 anni, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine al termine di un blitz domiciliare. Il mercato della marijuana in città è molto fiorente e con queste operazioni è stato dato un segnale forte, in attesa comunque di ulteriori sviluppi, con i carabinieri impegnati nell’azione investigativa. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA