Contenuto riservato agli abbonati

Ferrara, vivai e asparagi cercano manodopera

L’annuncio di Mazzoni corre sui social, mentre il Consorzio di Altedo lancia l’allarme: «Il prodotto marcisce nei campi»

Comacchio, dalla zumba all'agricoltura: "Facciamo un lavoro nobile"

FERRARA. Sono tanti e compositi i volti dell’agricoltura ferrarese. Si va dai prodotti che rischiano di restare nei campi per l’assenza di manodopera a chi quest’ultima oggi la cerca utilizzando i canali social. Partiamo da quest’ultimo caso: “Importante azienda vivaistica ricerca personale per lavori agricoli zona Medio-Basso Ferrarese. Anche prima esperienza. Se interessati telefonare al numero 0533 607539 o inviare curriculum al numero Whatsapp 340 7342102”. Questo l’annuncio che è iniziato a circolare ieri in diverse pagine social dei paesi della nostra provincia. L’appello arriva da Mazzoni Vivai, colosso ferrarese dell’ortofrutta con sede in via del Mare a Tresigallo. Si tratta di un’azienda che ha numerose operatrici fisse, ma si avvale anche della collaborazione di lavoratori stagionali, con le difficoltà nel reperimento di questo periodo. Difficoltà che hanno portato all’annuncio su Facebook.

Comacchio, dalla zumba all'agricoltura: "Facciamo un lavoro nobile"



Fra i prodotti a rischio, sempre per la stessa motivazione, c’è poi l’asparago, come già segnalato dalle aziende mesolane. A lanciare l’allarme ora è il Consorzio dell’asparago verde di Altedo, costituito nel 2003 e che raggruppa 23 Comuni del Ferrarese e una trentina del Bolognese: «Manca la manodopera necessaria per poter raccogliere il prodotto - dice il presidente Gianni Cesari -, per noi un problema enorme. Da una parte mancano extracomunitari e comunitari dell’Est Europa, dall’altra senza i voucher non possiamo contare poi sugli studenti universitari. Così parte del prodotto rimane a marcire nei campi, visto che raccogliamo a giorni alterni; il danno è notevolissimo. E dire che la grande distribuzione lo richiede, sono stati stipulati accordi con la grande distribuzione organizzata, dalla Coop a Conad ed Esselunga. Sono poi saltate le tradizionali sagre di Altedo e Mesola, ma contiamo di effettuare serate a tema appena sarà possibile...». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA