Ferrara, dal Comune 100mila euro alle imprese agricole

FERRARA. Per ripartire dopo il lockdown «le aziende agricole devono essere sostenute nell'acquisto di mascherine, guanti e altri dispositivi necessari per far riprendere il lavoro in piena sicurezza agli stagionali e anche nell'installazione di impianti di allarme e videosorveglianza per contrastare l'aumento di furti e razzie». Ecco perchè, spiega il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, «dopo un ampio confronto con la categoria abbiamo deciso di destinare 100.000 euro a fondo perduto a supporto di queste due esigenze», soldi a cui «le imprese potranno accedere in modo semplice e diretto, attraverso un bando pubblico». oggi in giunta, prosegue il primo cittadino, «abbiamo definito modalità e tempistiche di accesso al bando e invitiamo tutte le realtà del territorio a partecipare».

Nel dettaglio, il comune trasferirà la somma alla società sipro spa, incaricata di gestire le procedure del bando, che prenderà il via l'8 giugno. due le misure di finanziamento previste: la prima, con 60.000 euro, prevede l'assegnazione di fondi, per un massimo di 1.000 euro ad azienda, per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale, mentre i restanti 40.000 euro saranno assegnati, per un massimo di 2.000 euro ad impresa, per l'installazione, nelle aziende agricole, di strumenti per la sicurezza, come sistemi di videoallarme antirapina, videosorveglianza e sistemi antintrusione con allarme.