Screening mammella e colon L’Asl riparte dall’1 giugno

Da lunedì 1 giugno sarà di nuovo possibile effettuare la mammografia per tutte le donne che ricevono l’invito ad aderire allo screening per la diagnosi precoce e dei tumori della mammella. Allo stesso modo, sarà nuovamente possibile effettuare la consegna dei campioni biologici per quanti ricevono, o avevano ricevuto, l’invito ad aderire allo screening per la prevenzione e dei tumori del colon-retto, dopo l’interruzione causata dall’emergenza sanitaria Coronavirus.

L’Asl ricorda che lo screening «è un programma di prevenzione oncologica straordinariamente efficace: in 1 persona su 5 sottoposte a colonscopia, ad esempio, viene diagnosticata la presenza di almeno un polipo e la sua rimozione immediata realizza un intervento preventivo estremamente incisivo». Tutte le donne dai 45 ai 74 anni riceveranno dall’azienda territoriale l’invito ad eseguire una mammografia che verrà effettuata nei reparti di Radiologia più vicini alla propria residenza. Le persone già invitate ad eseguire lo screening ma che non avevano potuto effettuare l’esame a causa dell’emergenza Covid-19 riceveranno un nuovo invito. Il risultato dell’esame verrà inviato a casa con una lettera. L’appuntamento non sarà modificabile; viene richiesta la puntualità (non arrivare prima o dopo l’orario indicato); è obbligatorio indossare la mascherina e non i guanti; presentarsi con tessera sanitaria valida.


L’utente deve inoltre rispettare alcune accortezze: se il giorno dell’appuntamento, o nei giorni precedenti, ha avuto un alterazione della temperatura o della salute (febbre superiore a 37,5°C o comparsa di sintomi respiratori e simil-influenzali) il paziente non dovrà presentarsi ma dovrà rivolgersi al proprio medico di medicina generale per gli eventuali accertamenti.

Analogamente l’appuntamento dovrà essere rimandato se ci si trova in isolamento fiduciario domiciliare e/o in quarantena per coronavirus Sars-cov-2. Per ulteriori chiarimenti e informazioni tel. 0532/235520 il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13 oppure inviare una mail a screening@ausl. fe. it.

Per lo screening al colon-retto, presentando la lettera di invito in una qualsiasi delle farmacie del territorio provinciale è possibile ricevere il kit e tutte le indicazioni necessarie per l’esecuzione del test e la consegna del campione. Rispetto al periodo pre-covid, saranno riaperti 24 Centri di riconsegna su 29, alcuni con orari modificati, altri invece con un ampliamento delle giornate disponibili per la consegna.

Le persone con test positivo saranno invitate a effettuare una colonscopia, per verificare l’eventuale presenza di polipi o carcinomi nel colon-retto. La colonscopia verrà effettuata presso gli ospedali di Cento, Cona e Lagosanto. Attualmente i pazienti di Argenta che risulteranno positivi al test per la ricerca del sangue occulto nelle feci, effettueranno l’esame all’Ospedale del Delta. Per informazioni 0532/235503 – 235528 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11 oppure inviare una mail a screening@ausl.fe.it. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA