La festa della Repubblica Domani le celebrazioni

Domani in piazza Trento Trieste a Ferrara si svolgerà la cerimonia – organizzata dalla Prefettura di Ferrara di concerto con il Comune di Ferrara – in occasione del 74° anniversario della fondazione della Repubblica italiana.

Questo il programma: ore 10 deposizione della corona d’alloro commemorativa al monumento della Torre della Vittoria da parte del prefetto della provincia di Ferrara Michele Campanaro, insieme al sindaco di Ferrara Alan Fabbri e al Generale di Divisione Aerea Comandante Coa di Poggio Renatico Claudio Gabellini.


Nel rispetto delle misure anticovid-19, sarà presente un limitato numero di autorità della provincia e una rappresentanza delle Associazioni combattentistiche e d’arma; previsto lo schieramento di un picchetto armato ridotto di dieci elementi più il comandante del picchetto e un trombettiere.

Un cerimonia in tono minore per evitare assembramenti ma che acqusita un significato ancora più intenso per il momento che stiamo vicendo.

A cornice delle celebrazioni a partire dalle 9 si terrà l’imbandieramento della facciata di Palazzo Giulio d’Este a cura dei Vigili del Fuoco di Ferrara. Alle 11, nella stessa sede, si terrà la consegna delle onorificenze al “Merito della Repubblica Italiana”.

Dieci i cittadini di Ferrara e provincia che verranno insigniti. Due col grado di ufficiale al merito: Franco Perinatti ed Eleno Zucchini. Otto col grado di cavaliere: Antonio Ferranti, Carla Grossi, Matteo Malaguti, Gian Carlo Mandrioli, Fabrizio Mazzini, Pinuccia Niglio, Pasquale Istrano e Massimo Zavagli. Nella circostanza verrà letto il messaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA