La piscina riapre a Codigoro Il Comune azzera il canone

La piscina di Codigoro riaprirà. Ad annunciarlo è il sindaco Alice Zanardi. «Anche la nostra piscina (come tante altre piscine della nostra provincia) si è trovata in difficoltà. Tre settimane fa, il gestore ci ha fatto sapere di non riuscire a riprendere, con le nuove regole, le attività natatorie».

«Ho pensato che molti, quest’anno, non potranno andare in ferie, non potranno spostarsi. Che i nostri centri estivi non potranno andare al mare, a causa delle regole sul trasporto in sicurezza - va avanti la Zanardi -, ho pensato che la piscina sarà, per molti, l’unica valvola di sfogo e l’unica possibilità di rilassarsi e svagarsi; per questo motivo, ho ritenuto inaccettabile l’idea che la piscina restasse chiusa in attesa del nuovo bando di gara, con il pericolo che, a causa della mancata manutenzione e dell’abbandono, la struttura subisse anche dei danni».


il confronto

Il sindaco ha incontrato il gestore e, venerdì si sono trovati allo stesso tavolo anche con i dipendenti e le parti sindacali. È stato un confronto spigoloso e duro, a tratti, ma sono riusciti a concordare un percorso che porterà, nella settimana dal 8 al 13 giugno, alla riapertura della struttura. L’azienda ha accettato di riprendere l’attività fino al 31 agosto, pur con limitazioni negli ingressi e nuovi costi per le regole di condotta, ma mantenendo tutti i posti di lavoro.

nessun licenziamento

I dipendenti hanno accettato una riduzione dell’orario e la rimodulazione dei contratti, per limitare il costo del lavoro. Il Comune contribuirà azzerando il canone di concessione e concedendo un contributo per il mantenimento della struttura, degli impianti e dei costi fissi delle utenze. «La speranza è che tutto possa tornare alla normalità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA