Lodi: è solo un episodio sporadico non intacca i lavori di questi mesi

Il vicesindaco parla del contrasto al crimine nella zona più calda  E annuncia provvedimenti severi contro gli acquirenti di droga 

L’intervista

Pochi minuti dopo aver concluso la sua diretta facebook domenica sera nella quale a più riprese il vicesindaco Lodi annunciava che la Gad è rinata, e che non ci sono più problemi di sicurezza, si è verificata una doppia rapina a mano armata.


Vicesindaco, un po’ se l’è tirata questa affermazione, non crede?

«Si è trattato di un episodio estemporaneo che è successo dopo mesi e mesi di tranquillità. La Gad ha cambiato completamente pelle. Mi dispiace per questo episodio, che comunque non cancella il grande lavoro svolto in questi mesi. C’è stato un rinforzo dei controlli da parte delle forze dell’ordine, non si vedono più in giro spacciatori bivaccare e disordini vari».

Oltre alla Gad non va sottovalutato il problema via Modena, con molte aree che sembrano terre di nessuno?

«La situazione è sotto controllo, abbiamo di recente scoperto situazione di abusivi, abbiamo incontrato anche i titolari degli edifici di via Scalambra, sono in contatto anche con il magistrato del Po. Sto incontrando tutti i soggetti operanti in questa zona. Sono previsti disboscamenti di alcune aree per verificare meglio come stanno le cose e contrastare le occupazioni abusive».

Tornando alla Gad avete studiato delle nuove azioni di contrasto nella lotta alla criminalità e alla droga?

«Una grossa novità sarà l’intenzione di colpire severamente chi consuma. Accanto ovviamente a misure rigide nei confronti degli spacciatori bisogna iniziare a creare un deterrente anche nei confronti di chi la droga la consuma e alimenta il mercato dello spaccio. Arriveranno anche i camion antidroga, programmeremo anche specifici controlli notturni. Stiamo inoltre studiando un potenziamento delle telecamere di sorveglianza come abbiamo condiviso durante un recente tavolo tecnico. Presto inoltre, in occasione del mio primo anno di assessore alla sicurezza, presenterò un video che ho realizzato con tutte le operazioni messe in campo per garantire una maggiore vivibilità nel quartiere Gad in particolare, ma anche in tutta la città » .

Il Nicola Lodi di governo ha un po’ di nostalgia nei confronti del “Naomo” Lodi di lotta e opposizione, quello che filmava e denunciava alla Gad anche quando un gatto miagolava per un callo?

«Francamente no. Sicuramente al governo si ottiene di più sul piano della sicurezza. Sto avendo delle risposte importanti alle mie azioni mirate, dalla scoperta di fabbriche clandestine di cinesi alle varie occupazione abusive scovate. C’è adesso una grossa sintonia tra la polizia locale e le altre forze dell’ordine. I risultati stanno arrivando». —

Gian Pietro Zerbini

© RIPRODUZIONE RISERVATA