Ferrara, dalla Regione 154mila euro per piantare alberi

Accelerata green dell'Emilia Romanga: 4,5 milioni di alberi in cinque anni. Già 500mila nel 2020. Piano da 14,2 milioni di euro; 1,6 milioni già stanziati per quest'anno

FERRARA. L'obiettivo finale è quello di piantare quattro milioni e mezzo di alberi nei prossimi cinque anni - uno per ciascun cittadino emiliano-romagnolo - così da trasformare il territorio regionale in un vero e proprio "corridoio verde": le prime 500.000 alberature saranno piantate già quest'anno per crescere nei giardini privati e delle scuole, in aree pubbliche e private. A lanciare l'operazione "green" è la stessa Regione. Il 22 giugno - hanno spiegato in una videoconferenza il presidente, Stefano Bonaccini e l'assessora regionale all'Ambiente, Irene Priolo - aprirà il bando riservato ai vivai dell'Emilia-Romagna per la distribuzione gratuita, in autunno, degli alberi a cittadini, enti locali, istituti scolastici, associazioni e imprese. L'intervento complessivo, sui cinque anni - fino al 2024 - è di 14,2 milioni di euro, per quest'anno è prevista una tranche da 1,6 milioni di euro immediatamente disponibile. Il progetto, è stato evidenziato permetterà di tagliare 44.000 tonnellate di Co2 l'anno, come spegnere 26.000 auto, e permetterà di vedere aumentare il verde, nelle città, del 20%, 5 metri quadri per abitante.

"Caratterizzeremo questa legislatura mantenendo le promesse fatte in campagna elettorale, come abbiamo fatto nei cinque anni precedenti - ha osservato in videoconferenza Bonaccini - ci interessano più i fatti rispetto alle parole, in un mondo chi se ne dicono un pò troppe: avevamo detto 4,5 milioni di nuovi alberi, e cominciamo con il promo mezzo milione già quest'anno. Puntiamo alla sostenibilità - ha aggiunto -, ad una svolta ecologica e diamo una mano all'economia, favorendo oltre alla qualità della vita, la ripresa economica".

Il totale di circa 1,6 milioni di euro messi a disposizione nel 2020 dalla Regione per acquistare nuovi alberi è suddiviso tra le province in base alla loro estensione territoriale e alla popolazione residente. A Bologna, sono in arrivo oltre 310.000 euro, seguono le province di Modena (quasi 220.000), Parma (oltre 200.000) e Reggio Emilia (175.000 euro). Circa 154.000 euro sono assegnati rispettivamente a Ferrara e Forlì-Cesena, ai Piacenza 142.000 euro e a Rimini quasi 91.000 euro.