Alberi tagliati lungo la ferrovia Ferrara-Suzzara, aziende ed enti denunciati dai carabinieri

Un cumulo di ramaglie: ecco cosa rimane dell'area boscata

Nel territorio di Bondeno rasa al suolo un'area boscata senza richiedere pareri e autorizzazioni

BONDENO. Nella giornata di oggi, mercoledì 17 giugno, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Bondeno hanno denunciato gli esponenti di ditte ed enti ritenuti responsabili a vario tiolo del taglio a raso che ha recentemente interessato circa un ettaro di superficie boscata nel comune di Bondeno.

Nella fattispecie, il taglio di piante, eseguito per esigenze manutentive della rete ferroviaria nel tratto che collega i centri di Ferrara e Suzzara, non ha infatti rispettato i limiti della normativa posta a tutela di valori paesaggistici e ambientali, che richiede l’instaurazione di un procedimento istruttorio volto a contemperare le esigenze di taglio della vegetazione esistente e il rispetto dei vincoli posti a tutela della zona interessata. Purtroppo, il mancato interpello degli Enti preposti al rilascio di pareri e autorizzazioni, con la conseguente assenza di valutazioni sulla portata dell’intervento, ha consentito l’abbattimento indiscriminato di essenze arboree di varie specie, producendo un impatto visivo considerevole sullo “status quo” dell’area.

Oltre agli illeciti di natura amministrativa connessi alla violazione del regolamento forestale regionale, gli autori dell'operato dovranno rispondere dei reati previsti e puniti dalla legge conosciuta come “Codice dei beni culturali e del paesaggio”.