Contenuto riservato agli abbonati

Niente capanni sull’isola dell'Amore a Goro: tradizione costretta allo stop

Il sindaco Viviani: «Purtroppo non ci sono le condizioni per poter procedere». Comune e Guardia costiera stanno valutando la gestione della spiaggia libera

GORO. Niente capanni sull’Isola dell’amore per questa estate. Il simbolo per eccellenza delle “vacanze” dei goresi vedrà lo stop per la stagione. La spiaggia diventerà quindi “libera” con una gestione ancora da definire e tutt’altro che semplice.

Da fine giugno le famiglie si trasferivano sul lembo di sabbia che chiude la Sacca, un luogo dove si può arrivare solo in barca e nel quale difficilmente mettono piede i turisti. Qui venivano realizzati in passato veri e propri capanni, con tanto di letti e cucine economiche e portati sull’isola generatori di corrente. Negli ultimi anni la capitaneria di Porto e il Comune hanno regolarizzato la cosa dando indicazioni ben precise su come muoversi e cosa poter fare.


Come funziona

Lo spazio per i capanni, che sono circa 60, viene generalmente assegnato di anno in anno a chi ne fa richiesta. «Per questa estate non sarà possibile – spiega il sindaco di Goro Diego Viviani –, le norme anti covid non lo permettono o comunque pur volendo saremmo in ritardo con tutti i permessi e le assegnazioni. Dispiace molto ma non riusciremmo a garantire la sicurezza e la gestione degli spazi». E senza capanni la spiaggia torna ad essere “libera” . E qui il secondo scoglio.

Le precauzioni

In linea di massima non ci dovrebbero essere problemi per gli spazi visto che si può arrivare solo in barca e generalmente ci vanno le persone del posto.

In teoria però la normativa richiede comunque che il sito venga controllato onde evitare assembramenti e deve essere garantito il rispetto delle distanze. Il Comune provvederà a posizionare la segnaletica così come indicato ma resta aperto il punto del servizio di salvataggio che non è obbligatorio ma altamente consigliato. «Vedremo come muoverci – spiega Viviani –. La nostra è una realtà particolare, non ci sono strutture o stabilimenti balneari sull’Isola. Senza la possibilità dei capanni molto probabilmente non sarà nemmeno frequentata perché le persone andranno altrove». Quasi certamente ci sarà uno spostamento in blocco verso Lido di Volano, quello più vicino e dove diversi Bagni sono di proprietà proprio di gente di Goro.

A Goro c’è una spiaggetta dove si può fare il bagno mentre da Gorino le famiglie preferiscono andare in quella accanto al faro. Da sottolineare che anche i nuovi gestori del faro hanno (o comunque avranno) la spiaggia riservata ai clienti della struttura. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA.