Donne in gravidanza e infezione da Covid-19 Ok a uno studio Asl

Quali rischi comporta per una paziente in gravidanza e per il bambino l’infezione da Covid-19?

A rispondere a questa domanda ci prova uno studio commissionato dall’Istituto superiore di Sanità (Iss) al quale partecipa anche l’Asl estense. L’indagine si intitola: “L’infezione da Sars-Cov-2 in gravidanza e puerperio: studio dell’Italian Obstetric Surveillance System”. L’azienda territoriale ha affidato al dottor Fabrizio Corazza, direttore della Ginecologia dell’ospedale di Cento, il ruolo di sperimentatore responsabile della ricerca ferrarese. Il coordinamento centrale dell’attività scientifica è svolto dalla dottoressa Serena Donati, dell’Iss. Lo studio multicentrico intende «quantificare l’incidenza della virosi in questa popolazione, descrivendone gli esiti e studiando la trasmissione verticale dalla madre al neonato». L’autorizzazione è arrivata dopo il via libera ottenuto dal Comitato etico dell’Avec. L’interesse riguardo agli effetti del Covid sulla gravidanza è uno degli spunti che ha indotto centri di ricerca e strutture sanitarie a promuovere studi sugli aspetti medici legati alla pandemia. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA