Contenuto riservato agli abbonati

Ferrara, maestro della pizza in città e a Occhiobello portato via da malore nel suo letto a 40 anni

Edwin Montesanto rivitalizzava le pizzerie e insegnava ai disabili: lascia la compagna e due bambini. Il cordoglio di due comunità 

FERRARA. A lui piaceva rilevare una pizzeria, rilanciarla e poi cederla per dedicarsi ad un’altra attività. Ridare vita a qualcosa che si era spento. Per questo appare ancor più difficile da accettare la morte improvvisa di Edwin Montesanto, 40 anni pieni di amore per la compagna Erica e i figli di 10 e 5 anni, di attenzione per gli altri, come i giovani autistici che aveva diplomato pizzaioli lo scorso inverno, e di voglia di emergere e divertire, ad esempio nelle competizioni di pizza acrobatica. Per queste cose era conosciuto a Ferrara come a Occhiobello, due comunità che da ieri lo stanno piangendo.

Montesanto abitava in via Copparo, nell’abitazione dove l’altra notte si è sentito male a letto: la compagna l’ha sentito lamentarsi sempre più forte, ha chiamato subito i soccorsi che hanno cercato di rianimarlo, ma non c’è stato nulla da fare. Un malore fulminante che non è chiaro se connesso alla malattia scoperta qualche mese fa, e che l’aveva indotto a prendersi una pausa, come aveva confessato al sindaco di Occhiobello, per la sua Mister Pizza.



LE SUE ATTIVITA'

Il pizzaiolo 40enne era sbarcato di là dal Po dopo aver sviluppato e poi ceduto negli anni precedenti due pizzeria da asporto in città, Euro Pizza di corso Porta Mare e Euro Pizza 2 in via Falcone. Era conosciuto negli ambienti degli esercenti anche per la sua passione per la pizza acrobatica, che esercitava all’associazione Apw di piazza Squarzanti. «Un grande abbraccio al nostro collega – fa sapere il responsabile dell’Apw Piero Asaro - ma in particolare fratello della grande Famiglia Apw di cui ha fatto parte e farà per sempre perché rimarrà scolpito nei nostri cuori. Gli piacevano le nostre competizioni, era anche andato all’estero. Voglio ricordare anche l’attività di istruttore in corsi per ragazzi disabili, assieme alla coop Il Germoglio, qui a Ferrara».



OLTREPO

L’intera comunità di Occhiobello è stata colpita dalla scomparsa di Montesanto, conosciutissimo e apprezzato anche in paese dove, dopo aver lavorato per anni come pizzaiolo alla pizzeria Pacero, aveva deciso di aprire una pizzeria da asporto. Popolare e stimato, il giovane era apprezzato per la sua gentilezza e la sua disponibilità. «Era un ragazzo dolcissimo, simpatico e gioviale – racconta il sindaco Sondra Coizzi – Sono rimasta davvero molto sorpresa dalla notizia della sua scomparsa perché, come probabilmente molti altri, non sapevo nulla della sua malattia. Tanto che l’ultima volta che ci siamo sentiti – conclude – è stato in marzo quando mi aveva scritto su messenger per chiedermi tutte le informazioni per poter fare asporto durante il lockdown». Anche l’associazione Amici della Piazza ha voluto ricordare il giovane pizzaiolo scomparso. «Penso sia doveroso stringerci per la prematura scomparsa di Edwin Montesanto, ragazzo e imprenditore gentilissimo della pizzeria Mister Pizza di via Roma a Occhiobello. Tutti gli Amici della Piazza lo ricordano per la sua preziosa professionalità, per la sua disponibilità e per la grande passione che ci ha regalato attraverso il suo lavoro. Ciao carissimo. Un abbraccio sino al cielo per te e uno pieno di calore e sostegno sulla terra per la tua famiglia». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA