Fortunale nella notte: alberi caduti e tetti scoperchiati tra Ostellato e Portomaggiore

Fortunale si abbatte tra Portomaggiore, Ostellato e Dogato: piante e camini a terra, danni anche alla rete ferroviaria

Nottata di paura  e lavoro per i tanti cittadini e soccorritori che, svegliati nel cuore della notte dal violento fortunale, si sono attivati subito per far fronte ai danni causati dal maltempo. Le prime richieste di soccorso sono arrivate verso le 2.30 nella notte tra il 2 e il 3 luglio quando un albero si è abbattuto sulla superstrada all'altezza di Rovereto in direzione mare. In quel momento stava passando di lì un furgoncino e solo per pochi secondi non è stato centrato dall'albero che, fortunatamente, è arrivato a toccargli "solo" le ruote. Il conducente ha tenuto il controllo del mezzo, ha accostato e lanciato l'allarme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, l'albero e i rami hanno bloccato completamente il passaggio in direzione mare e ostruito quello in direzione Ferrara.

Danni da vento forte anche nel Poggese ma soprattutto nel Comune di Ostellato e Fiscaglia. La stazione ferroviaria di Dogato, così come alcune case del paese, sono state scoperchiate. Le tegole ritrovate a distanza, portate via dal vento che, vista la forza, ha anche staccato le sbarre del passaggio a livello. Tra San Vito e Portomaggiore sono stati diversi gli alberi caduti anche sui cavi della linea elettrica.