Volania, bufali e asinelli intrappolati: salvati dai pompieri

Gli animali erano rimasti bloccati tra le lamiere della stalla scoperchiata a Volania. A Bondeno un albero abbatte una parte della recinzione della scuola materna

Il passaggio del fortunale abbattutosi nel Ferrarese, nella notte tra giovedì e venerdì, ha lasciato dietro di sé una lunga scia di danneggiamenti e situazioni critiche. Su Bondeno e frazioni, con forti e intense precipitazioni tutte concentrate tra l’una e le due di venerdì mattina. Il risultato sono stati i numerosi alberi caduti, i rami pericolanti che minacciavano la circolazione stradale, i danni alle strutture, gli allagamenti. I vigili del fuoco volontari si sono subito portati lungo la strada provinciale Centese, all’altezza di Santa Bianca, dove tra tronchi spezzati e rami pericolanti si sono dovuti compiere vari interventi per liberare la sede stradale. Scenario simile anche a Senetica lungo la Virgiliana.

I vigili del fuoco sono intervenuti per rimuovere un albero caduto in via Granatieri di Sardegna, che ha compromesso una parte della recinzione della scuola materna, ma il fortunale non ha risparmiato nemmeno i pali della telefonia di Telecom, abbattuti come tanti birilli dalla furia del vento, per circa un chilometro tra il quartiere di Belfiore e Scortichino. «La recinzione in muratura dell’asilo – rivela il sindaco Simone Saletti – è stata danneggiata, ma i cantonieri hanno provveduto a recintare provvisoriamente l’area. In quanto ai pali della Telecom, quando l’azienda di telefonia provvederà alla riparazione dovrà tranciare provvisoriamente i cavi telefonici e vi sarà un’interruzione temporanea delle linee». Altri danni provocati dal maltempo si registrano a Settepolesini, piuttosto che a Santa Bianca, dove un albero ha travolto un’auto in sosta. Infine, interventi dei vigili del fuoco anche in prossimità della camera mortuaria del polo “Borselli”. A Vigarano molto spavento, ma per fortuna pochi danni, in via Argine Reno dove un pino secolare, alto oltre 25 metri, sotto la furia del vento si è spezzato cadendo dalla parte opposta all’adiacente abitazione.

COPPARESE

Pochi danni nel territorio di Copparo. È stato registrato, unicamente, l’allagamento del sottopassaggio di via Manin nel capoluogo: il temporale ha determinato un guasto che ha impedito alle pompe di entrare in funzione, ma la situazione è stata risolta nella primissima mattinata di ieri.

BASSO FERRARESE

Anche un allevamento di bovini e bufali di Volania è finito nel vortice della tromba d’aria. Tratti in salvo dai vigili del fuoco di Codigoro 15 bufali nati venti giorni fa, una quarantina di bovini e due somarelli, rimasti intrappolati tra le lamiere del tetto in ferro scoperchiato e in parte ripiegatosi su se stesso, in parte in mezzo al fango e alle pozzanghere. I pompieri sono riusciti a mettere in salvo tutti gli animali, di proprietà dell'azienda agricola La Corte dei sapori. Camini spezzati, tegole e grondaie volate via, alberi e rami abbattuti dall'impeto del vento, hanno comportato un superlavoro, per i vigili del fuoco di Codigoro e per i colleghi del distaccamento di Comacchio.

CENTRO STORICO

Tetti scoperchiati anche in centro storico a Comacchio e al Lido di Spina, mentre a San Giuseppe, un black out provocato dalla caduta di pali della luce, ha mandato in tilt attività artigianali e commerciali. «Ho dovuto mandare a casa i miei ragazzi - ha dichiarato un artigiano, Massimo Arveda -, perchè avevo l'impianto pieno d'acqua e nel betonaggio dove creo il calcestruzzo arrivava ad un metro». Danneggiamenti, determinati dalla grandine, anche alle colture di mais e soia tra Volania e Lagosanto. —

Mirco Peccenini
Katia Romagnoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA