Contenuto riservato agli abbonati

Ferrara, undici chili di droga da spacciare in città, sequestrati ecstasy e marijuana: 4 arresti

Operazione della Squadra mobile blocca tre giovani e una ragazza tra i 22 e 24 anni. Operavano tra Ferrara e San Martino

FERRARA. Un unico viaggio con due destinazioni: una casa della città e un’abitazione a San Martino. A Ferrara per nascondere 26 grammi di droga sintetica (ecstasy), nella frazione sud per depositare una cassapanca contenente11,4 kg di marijuana. Su ognuna di quelle due tracce però si muovevano anche agenti e ispettori della 4ª Sezione antidroga della questura, sotto la supervisione del capo della Squadra mobile, Dario Virgili, che hanno incastrato i quattro giovani, tutti italiani. «Spacciatori di livello intermedio», secondo la polizia di Stato. Il magistrato che coordina l’inchiesta, Barbara Cavallo, ha disposto la detenzione domiciliare per tutti - età comprese fra i 22 e i 24 anni - in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, programmata per domani.

INTERVENTO SINCRONIZZATO

È stato Virgili a ricostruire l’attività investigativa che ha consentito di bloccare lo spaccio di un carico di ecstasy e marijuana: quest’ultima sul mercato al dettaglio, ha detto Virgili, vale «tra gli 80mila e i 100mila euro». Lo stupefacente era arrivato a Ferrara da fuori regione, «forse dalla Lombardia», spiegano in questura. Il viaggio lo avevano fatto insieme - si sta cercando di capire se con una o più tappe - una giovane di 24 anni e il ragazzo di San Martino, di 23. Lei ha fatto rientro a Ferrara, lui nella frazione. A questo punto, era il pomeriggio di giovedì, è entrata in azione la Sezione antidroga con due appostamenti. Nell’abitazione occupata dalla ventiquattrenne sono stati rinvenuti 26 grammi di droga sintetica da sballo, probabilmente destinata alla “movida” cittadina, e 3 di marijuana. A San Martino i colleghi della “mobile” si sono trovati di fronte a una scena inattesa. Dalla casa del ventitreenne già adocchiato è uscita un auto con due giovani a bordo, di 22 e 23 anni. Nel veicolo i poliziotti hanno trovato uno zaino con due sacchi contenenti due chili di marijuana.



Incoraggiati dal rinvenimento - trasferiti in questura i due occupanti dell’auto fermata - gli agenti hanno proceduto alla perquisizione dell’abitazione da dove erano usciti i due ragazzi appena arrestati. Dentro c’erano i genitori del quarto indagato, il 23enne di San Martino. Il figlio, probabilmente spaventato dalla vista dei poliziotti si era dileguato, ma si è consegnato più tardi. All’interno della casa, in una cassapanca vicino all’ingresso che il giovane aveva ritirato assieme alla droga, c’erano altri 9 sacchi di marijuana contenenti, ciascuno, circa 1 kg di sostanza. Tutta la droga, 11 kg e passa di marijuana, è stata sequestrata, come i soldi trovati addosso alla ventiquattrenne arrestata a Ferrara. La polizia ha sequestrato anche un foglietto dove era scritto il peso esatto della consegna e un’agendina. Da questi oggetti e dai cellulari sono partiti gli accertamenti ulteriori che potrebbero portare a nuovi arresti e denunce. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA