Lidi, il mondo della notte pronto a scioperare: luci spente nel weekend

Stop alla "night life" fino a "nuovo ordine". Titolari di Bagni e locali dicono basta

COMACCHIO. Di serrata si parlava già mercoledì, a margine di un inizio settimana che portava su di sé gli strascichi di un fine settimana sopra le righe. Tante, troppe segnalazioni in zona Lidi per assembramenti fuori dai Bagni, dentro ai Bagni e tra i locali della vita notturna. Questa mattina, giovedì, è arrivata la "carta" congiunta e sottoscritta da diversi locali decisi a tenere chiuso nel fine settimana alle porte in attesa di provvedimenti capaci di garantire una situazione più sicura. Da un lato chi è pronto a rinunciare al weekend, dall'altro chi vuole andare avanti senza se e senza ma.

"Lo sciopero del mondo della notte andrà in scena questo weekend e vedrà coinvolti i principali promotori ed organizzatori dell'intrattenimento musicale dei lidi ferraresi. Quasi tutti annullati gli eventi della "night life" che da anni contribuiscono a creare un'offerta turistica di valore per i giovani del posto e per i turisti. Queste realtà - si legge nel documento sottoscritto da numerosi esercenti - da sempre svolgono una funzione di presidio e controllo sul territorio e durante la pandemia sono stati i primi a fermarsi, sin da febbraio. Gli organi di controllo hanno evidenziato come molti avventori siano inosservanti delle principali norme anti Covid (distanziamento, uso mascherina, etc.) come riportato dalla stampa in questi giorni. Si è preso atto del cambio di prospettiva avvenuto questa settimana da parte delle istituzioni locali, che hanno individuato nei titolari delle licenze, i responsabili di tali inadempienze e si sono dimostrate pronte alla "tolleranza zero". Fin tanto - dicono - che le normative previste per l'intrattenimento non potranno incontrarsi con la sostenibilità economico ed organizzativa degli eventi stessi, e fin tanto che non vi sarà una de-responsabilizzazione delle strutture ricettive rispetto i comportamenti dei singoli cittadini, sono annullati gli eventi".