Movida a Lido Spina,  sorvegliato speciale Viale Raffaello: si chiude a metà

Prefetto e questore aperti al dialogo ma sulle serate non fanno alcuno sconto. Arriva un altro giro di vite: «Divieto di vendere alcolici dopo la mezzanotte»

LIdo spina. Prefetto e questore sulla questione movida ai Lidi di Comacchio non arretrano di un centimetro. O meglio, il confronto con le associazioni di categoria e consorzi è aperto e lo sarà per tutta l’estate ma per quanto riguarda le maglie della rete non solo non si allargheranno, ma le forze dell’ordine hanno chiesto la collaborazione di tutti per gestire al meglio la situazione. Controlli a tappeto, dunque, e divieto di somministrare alcolici dopo la mezzanotte. Novità anche per il viale Raffaello di Lido di Spina che vedrà chiusa una parte di carreggiata.

l’incontro. Si è tenuto ieri mattina a Ferara il tavolo provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto Michele Campanaro per fare il punto della situazione sull’attuazione del dispositivo di contrasto alla diffusione del contagio da Covid-19, in relazione ai recenti episodi di assembramento nella zona della movida notturna di Comacchio.


In apertura dei lavori, il Prefetto ha descritto il dispositivo di potenziamento dei servizi di vigilanza estivi sul litorale comacchiese pianificato in occasione della riunione di Comitato del 17 giugno scorso ed ulteriormente rafforzato in una successiva Riunione tecnica di Coordinamento con i vertici territoriali delle Forze dell’Ordine, anche attraverso verifiche ispettive nei locali della movida, condotte in forma congiunta da squadre miste composte da personale dei Vigili del Fuoco, Itl, Uopsal e personale specializzato dell’arma dei carabinieri. «Dopo l’intensificazione dei servizi di controllo disposti sui Lidi Comacchiesi a seguito dei fatti del fine settimana tra il 4 ed il 5 luglio scorso, ho prontamente raccolto la richiesta dei rappresentanti di categoria del settore turistico-balneare ad un approfondimento congiunto del tema» , ha detto il prefetto.

gli interventi. «Apprezzo il senso di profonda responsabilità con il quale oggi tutti i rappresentati di categoria presenti, senza alcuna eccezione, si sono dichiarati disponibili a mettere in campo risorse per arrivare, nel giro di pochi giorni, ad un progetto di partenariato tra pubblico e privato utile a garantire una cornice di piena sicurezza al divertimento vacanziero», ha dichiarato Campanaro.

Il Comune di Comacchio si farà capofila del progetto che interesserà la zona movida di Viale Raffaello a Lido Spina e che sarà sottoposto al parere del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica già in occasione della prossima settimana. Nel frattempo, il sindaco adotterà nelle prossime ore apposita ordinanza per vietare la consumazione di bevande alcoliche fuori dai locali, dopo la mezzanotte. «È fondamentale il richiamo a quel forte senso di responsabilità di tutti, cittadini, operatori privati e istituzioni». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA.