Contenuto riservato agli abbonati

Nuovo ponte e viabilità a Final di Rero: definiti i percorsi per limitare i disagi

Quesiti e risposte all’incontro con il vicesindaco e i tecnici. L’obiettivo è terminare l’opera prima dell’avvio delle scuole

FINAL DI RERO. Entro il mese di settembre sarà realizzata la nuova viabilità provvisoria a Final di Rero, lungo la strada provinciale che incrocia via della Pace, per far transitare persone e automezzi in direzione di Rero e Migliarino e verso il ponte provvisorio, che peraltro è stato quasi ultimato.

Oltre a questi interventi, di sicuro rilievo, c’è la nuova rotatoria oltre il Po di Volano (ovvero questo tratto locale dell’Idrovia Ferrarese) sulla via Pomposa da e verso Ferrara (anche in questo caso è prevista una viabilità alternativa, con i lavori che rientrano nel grande progetto regionale per la navigabilità in senso turistico dell’Idrovia ferrarese), i quali prevedono – ma qui i tempi non sono ancora stabiliti – anche la realizzazione di un nuovo ponte permanente, al posto di quello attuale.


I temi al centro

Tuttavia, come era facilmente prevedibile, sono stati gli interventi a breve termine e gli eventuali disagi (temi in voga da quando si è iniziato a parlare del nuovo ponte provvisorio) ad interessare maggiormente ai residenti di Final di Rero, che erano presenti ieri pomeriggio all’incontro organizzato su questi argomenti specifici al circolo locale dell’Arci.

Tante le richieste di chiarimento (ce ne sono state anche in materia di percorsi ciclabili), cui erano chiamati a rispondere il vicesindaco del Comune di Tresignana, Maurizio Barbirati, ieri soprattutto nella veste di assessore con delega ai lavori pubblici, il quale aveva al suo fianco l’architetto Cristina volpi dell’Ufficio tecnico comunale e Leonardo Luppi, rappresentante della ditta Battea di Modena, la quale è la responsabile dei lavori.

Le risposte

I relatori intervenuti hanno detto, in particolare, che «saranno realizzati percorsi a senso unico e doppio senso, sia per la provinciale che per via della Pace, con un passaggio attraverso il parcheggio attuale nei pressi, oltre che anche nella nuova rotatoria su via Pomposa».

Altro nodo importante, quello dei tempi: per l’ultimazione del ponte provvisorio la Regione parla di fine agosto (costo complessivo: due milioni di euro), per il resto della viabilità sia Barbirati che la ditta hanno dato quasi per certo «il mese di settembre, se possibile prima dell’apertura delle scuole – hanno sottolineato fra l’altro –, salvo ritardi per la fornitura di guard rail da parte dei produttori, anche questo come conseguenza dell’emergenza Covid 19. Ma pensiamo comunque di finire in questo periodo». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA.