Lido Spina, si accascia in acqua: salvata una donna

Un’anziana ha avuto un malore davanti al Kursaal. Il bagnino l’ha vista ed è riuscito a evitare il peggio

LIDO SPINA. Attimi di apprensione ieri, all’ora di pranzo, sulla spiaggia del Lido di Spina, per un’anziana turista, colta da malore, mentre camminava in acqua, all’altezza del bagno Kursaal. Potrebbe essere stato un colpo di calore all’origine del malore improvviso che ha colto una 83enne italiana, soccorsa dapprima dal bagnino dello stesso stabilimento balneare e da una dottoressa del pronto soccorso dell’ospedale del Delta, fuori servizio.

COSA E' SUCCESSO

«Poco prima dell’una, il bagnino che sorveglia lo spazio a mare antistante il mio Bagno – racconta Nicola Ghedini, titolare del bagno Kursaal –, ha notato che una donna, che avanzava in acqua un po’ a nuoto e un po’ camminando, si è accasciata, perdendo i sensi i acqua. Il bagnino ha avuto la prontezza di lanciarsi con il moscone per soccorrere l’anziana, che nel frattempo aveva bevuto e caricarla sul moscone, fino a riva».

A quel unto una vera task force è intervenuta in soccorso della donna, adagiata all’ombra di un chiringuito in spiaggia. La dottoressa del pronto soccorso dell’ospedale laghese, che era tra i bagnanti accorsi, coadiuvata dal bagnino, ha agevolato la fuoriuscita dell’acqua che l’anziana turista aveva ingerito.

Dalla spiaggia è naturalmente scattata la chiamata al 118 e in pochi minuti sono intervenute, in successione l’automedica dell’ospedale del Delta e l’ambulanza della postazione del Lido degli Estensi.

LE CONDIZIONI DI SALUTE

«L’anziana si è ripresa bene – prosegue Ghedini –, ma per precauzione è stata trasportata in ambulanza all’ospedale del Delta, per tutti gli accertamenti diagnostici necessari. Voglio ringraziare la dottoressa fuori servizio, il bagnino e il personale prontamente intervenuto – conclude Ghedini –, oltre ai soccorritori del 118, preziosi ed insostituibili, come sempre».

I bagnini raccomandano prudenza soprattutto agli anziani e alle persone affette da cardiopatie, evitando passeggiate ed esposizioni al sole, nelle fasce orarie più critiche della giornata, a rischio colpi di calore. Soprattutto in queste giornate così calde, evitare di entrare in acqua troppo accaldati e naturalmente dopo aver mangiato. Attenzione anche a non bere acqua o bibite troppo fredde. —

katia romagnoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA.