Contenuto riservato agli abbonati

Alpinista cade in parete durante l’arrampicata. Lo recupera l’elicottero

Un portuense di 43 anni soccorso sul Piccolo Lagazuoi. Nell’incidente ha riportato una frattura a una gamba

PORTOMAGGIORE. Si sono vissuti momenti di paura sulle Dolomiti bellunesi, dove in alpinista di Portomaggiore, è rimasto ferito venerdì sul Piccolo Lagazuoi, a Cortina d'Ampezzo, mentre scalava la parete seguendo la Via Vonbank. Si tratta di F. D. C.di 43 anni.

Il portuense, che era il secondo della cordata, stava effettuando la scalata sull’ampia parete che guarda il Passo Falzarego quando è caduto per alcuni metri mentre era su un traverso (una progressione sulla roccia dove gli appoggi per i piedi sono scarsi) ferendosi alle gambe.


Subito è scattato l’allarme al 118 ed è intervenuto l'elicottero del Suem di Cadore, il Servizio di Servizio di Urgenza ed Emergenza Medica.

L’equipaggio dell’elicottero dell’emergenza ha individuato in parete il rocciatore, che poi è stato è stato recuperato dal tecnico di elisoccorso con un verricello di 50 metri. Una volta recuperato, il ferito è stato trasportato dove l’equipe sanitaria aveva fatto campo base e qui gli sono state prestate le prime cure.

Nel frattempo l’eliambulanza è tornata verso la parete del Piccolo Lagazui e con una verricellata di 60 metri - il soccorso con intervento dall’alto - ha preso a bordo anche il compagno del 43enne rimasto ferito.

L’infortunato è stato quindi trasportato all’ospedale di Belluno dove è stato sottoposti agli accertamenti e alle cure del caso.

Dagli esami effettuati gli è stata riscontrata una lieve frattura a una gamba. Così, una volta proceduto con le medicazioni, l’uomo è stato dimesso dall’ospedale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA.