Ferrara, Toti e Perticari la nuova emergenza: «Parchi chiusi subito»

Sabato la decisione del vicesindaco: «Non si può più aspettare». La Polizia potenzia i controlli nelle aree verdi della zona Gad

FERRARA. I parchetti di piazzetta Toti e di via Monti Perticari tornano ad essere una emergenza in zona Gad, con bivacchi tutto il giorno e la sera feste, caos, liti e anche risse, a colpi di bottiglia: bevute, ovviamente, tante visto che vengono segnalate donne che le vendono in nero, aggirando i divieti di vendita imposti da settimane.

LINEA DURA


E allora Polizia di Stato (il questore Capocasa) e il Comune (il vicesindaco Lodi) promettono il giro di vite già da lunedì, con controlli potenziati e rimodulati. Soprattutto scatta la chiusura con recinzioni da costruire, appalti immediati e lavori in settembre nei due parchi. La goccia che ha fatto traboccare il vaso, venerdì sera nei giardini di via Perticari dove decine e decine di nigeriani stavano festeggiando la morte di un loro familiare scomparso in Nigeria e lo facevano a loro modo: bevendo birra e ascoltando musica a tutto volume. La Polizia è intervenuta su richiesta degli abitanti e nonostante la mediazione degli agenti, caos, rumore e bivacchi non sono cessati: Polizia ed Esercito hanno così detto stop alla “festa”, allontanando le persone, obbligandole a pulire l’area verde: durante l’intervento è stato controllato anche il rispetto dei divieti Covid e come riferiscono dalla questura si è riscontrato che non vi era nulla di irregolare.

I SOPRALLUOGHI DI LODI

Ieri mattina, il vicesindaco Nicola Lodi, dopo un sopralluogo in piazzetta Toti (ripetuto anche nel pomeriggio in via Perticari) ha annunciato la linea dura. «Vista la situazione abbiamo deciso di anticipare le chiusure dei parchetti già decise da tempo: da lunedì’ mattina si cambia. Per il parchetto Toti abbiamo i soldi e faremo la chiusura con una recinzione come quella dell’area sgambamento cani: nei giorni scorsi abbiamo avuto anche incontri sulle modalità della gestione dei parchi». Ma prima della costruzione delle recinzioni, scattano nuovi controlli di Polizia e Municipale: «Ripeto - chiude il vicesindaco - abbiamo deciso di agire immediatamente, i cittadini sono giustamente sono preoccupati per una situazione che dura da mesi, perchè tutti hanno il diritto di non sentire schiamazzi tutta notte sotto le finestre di casa». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi