Esce a fare un giro in bicicletta, ma l’anziano non torna a casa a Vigarano Mainarda

Ieri mattina è sparito nel nulla Lino “Baio” Bianchi, 83 anni: immediate le ricerche. Il figlio: «Non era mai accaduto prima, può aver percorso anche molti chilometri». Avvistamento a Pilastri, poi più nulla: s'indaga, ma si teme il peggio

VIGARANO MAINARDA. Esce di casa di prima mattina per fare un giro in bicicletta e, a mezzogiorno, non vedendolo rientrare, i famigliari lanciano l’allarme e scattano le ricerche. Si tratta di Lino Bianchi, detto Baio, ex imprenditore edile di 83 anni, che con la moglie Diva abita in via Cento al civico 308, poco prima del ristorante Elsa, in direzione di Mirabello. L’anziano, vestito da ciclista, indossa una tuta blu-azzurra con riga bianca, in testa ha un cappellino nero, porta gli occhiali e ha una bici da corsa con manubrio normale. L’uomo, nonostante l’età, è ancora forte fisicamente, tutte le mattine volontariamente pulisce la pista ciclabile che fiancheggia via Cento e, appunto, è solito farsi un giro in bicicletta, percorrendo svariati chilometri. Il problema è che Bianchi soffre di vuoti di memoria, che gli fanno perdere l’orientamento.

Dopo la segnalazione del figlio Enrico e della nuora Rita Gruppioni, che abitano in località Borgo, subito la stazione carabinieri di Vigarano Mainarda ha attivato le ricerche, insieme ad una pattuglia della Polizia Locale Vigaranese, che ha mobilitato anche i colleghi dell’Alto Ferrarese. In azione anche due squadre della Protezione Civile vigaranese, che hanno “battuto” tutto l’argine, e la pista ciclabile del canale Burana, per tutta la lunghezza da Ferrara a Bondeno, e le zone delle località Castello e Coronella, di cui è originario Bianchi, che abita in paese da oltre quarant’anni.


Impegnate nelle ricerche anche gli assessori Agnese De Michele ed Elena Zoboli, che hanno perlustrato tutte l’area limitrofa alla zona artigianale di Vigarano Pieve.

TUTTI IN CAMPO

Le prime ricerche hanno interessato il percorso che, normalmente, Lino Bianchi percorre nei sui giri in bicicletta, senza però trovare nessuna traccia dell’anziano, che, essendo in forma fisicamente, in caso di perdita dell’orientamento potrebbe aver percorso un lungo tragitto in bicicletta.

In passato, qualche anno fa, la figlia di Lino Bianchi si è tolta la vita, annegando in un macero non lontano dall’abitazione dei genitori: temendo un gesto disperato, anche questa pista è stata battuta, ma senza esito.

Naturalmente è stata tentata anche la carta del web, postando l’annuncio della scomparsa di Bianchi su Facebook, post che è stato pubblicato da un amico di famiglia e poi condiviso oltre settecento volte, dando vita a una gara di solidarietà e partecipazione imponente. Nel post si dice anche che Bianchi è una persona socievole, quindi non sarebbe difficile avvicinarlo, ma prima occorrerebbe l’avvistamento, che ancora non è arrivato.

«È ALLENATO»

Ieri sera il figlio Enrico era ancora in attesa di notizie, con la preoccupazione crescente, visto l’avvicinarsi del tramonto e dell’oscurità: «Non era mai successo che papà si perdesse. Lo abbiamo cercato ovunque, ma per lui fare 30, 40 o anche 50 chilometri è un attimo, è sempre andato in bicicletta ed è abbastanza allenato, nonostante l’età. Può darsi che abbia confuso le strade e si sia perso. Gli ospedali? I carabinieri hanno cercato anche lì: papà non ha con sé né documenti, né cellulare, ma se lo dovessero ricoverare i carabinieri verrebbero avvisati».

LA SEGNALAZIONE

Nel tardo pomeriggio di ieri era arrivata una segnalazione ai carabinieri, un presunto avvistamento in località Pilastri di Bondeno, ma all'arrivo della pattuglia dell'Arma l'anziano non è stato trovato. Se fosset stato lui, significherebbe che avrebbe percorso almeno 25 chilometri in bicicletta.

Intanto è trascorsa anche la notte e di Bianchi nessuna notizia: con il trascorrere delle ore crescono i timori, sia perché l'anziano potrebbe essersi disidratato, sia, perggio, perché potrebbe essere rimasto vittima di un incidente stradale: non ncessariamente di un pirata della strada che poi non l'ha soccorso, ma anche essere caduto solo a causa del passaggio di un mezzo pesante ch può averlo fatto ruzzolare fuori strada.


Rimane l’attesa e la speranza di una segnalazione. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA.