Tanti amici a Cento per l'addio ad Andrea Samaritani

Tre sindaci e una folla all'estremo saluto al fotografo scomparso a 58 anni

A Cento le parole delle figlie per l'addio ad Andrea Samaritani

CENTO. Tre sindaci e tantissima gente, tanti degli amici arrivati da tutta la regione, per la cerimonia funebre e che hanno percorso con lui gli ultimi 40 anni tra fotografie, immagini e parole, tra giornali, riviste, video: tutti insieme nella chiesa di San Biagio, a Cento, per salutare Andrea Samaritani, fotografo e non solo, che aveva 58 anni, e per stringersi attorno alla sua famiglia.

Nella chiesa di San Biagio, con l’accesso contingentato e l’area dell’oratorio a fianco da cui seguire sul maxischermo la messa, sacerdoti e tutti i presenti gli hanno reso omaggio nel tardo pomeriggio di oggi, giovedì 3 settembre.

Grandissima commozione, quando sul pulpito sono salite le figlie di Andrea, per un ricordo dolce e sofferto, con la voce strozzata in gola.

Tra i primi dicevamo il sindaco di Cento, Fabrizio Toselli e i sindaci di Bondeno, l’ex Alan Fabbri, oggi primo cittadino di Ferrara, e l’attuale Simone Saletti, per dimostrare la vicinanza delle due comunità dove ha vissuto e viveva Andrea. E dopo la funzione religiosa la salma è stata poi trasferita al cimitero di Cento.