Contenuto riservato agli abbonati

Si è spento Gabriele Gessi. Tifoso storico della Spal per 50 anni allo stadio

Gabriele Gessi, 54 anni

Aveva 54 anni e stava combattendo cotro una malattia. Il ricordo dei familiari e degli amici  

FERRARA. Era un tifoso storico della Spal: «però da quando la Spal giocava nelle serie minori, come amava sottolineare lui oggi nei gremiti stadi, di questi ultimi anni, in serie A», ricordano gli amici.

Gabriele Gessi aveva 54 anni, una moglie e una figlia, da due anni stava male, e quel male che lo ha portato via alla famiglia, la moglie Esmeralda e la figlia Bianca. E a tutta la sua seconda famiglia degli amici tifosi: «Sì era un folle spallino - ricordava ieri sera la moglie Esmeralda -. Alla Spal andava da 50 anni, in casa e in trasferta sempre». Per ricordarlo, la moglie ha chiesto a tutti coloro che vorranno partecipare al funerale (lunedì pomeriggio, ore 16, chiesa di San Biagio) di venire con la maglia biancazzura o la sciarpa.


«Mi farebbe piacere, davvero - spiegava la moglie - so che lui avrebbe voluto così, ne sarebbe contento». Gabriele Gessi, rappresentante, lo conoscevano tutti alla Spal e in città. «Era una persona per bene, generosa e disponibile, gli volevano bene tutti: non riusciva ad odiare nessuno e quando occorreva era lui a fare un passo indietro». Fabrizio Falzoni, suo amico e della famiglia, ricorda che «la casa di Gabriele era aperta sempre a tutti: quello che posso dire, avendo vissuto vicino negli ultimi 30 anni, è che tutti noi che lo abbiamo conosciuto possiamo dirci fortunati della sua amicizia e di aver passato questi anni con lui». Anche Mauro Malaguti lo ricorda, e in vista del campionato, nel silenzio dello stadio vuoto la sua assenza peserà ancor di più: «Per ricordarlo rubo una frase del film “Un mercoledì da leoni”: Era un bravo sportivo e un vero amico, sapeva stare in compagnia, ci mancherà molto». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA