Contenuto riservato agli abbonati

Troppe bugie sull’omicidio: l’ex parroco di Goro a processo per calunnia

Don Tiziano Bruscagin fece i nomi dei presunti assassini ma davanti ai magistrati smentì tutto e non spiegò perché conosceva i fatti 

GORO. È un processo importante, fondamentale: perché un processo dentro un altro processo e vede imputato don Tiziano Bruscagin, ex parroco di Goro. La sua colpa? Aver parlato tanto e con tanti. Per poi davanti ai magistrati aver fatto scena muta, senza spiegare ciò che in questi anni ha riferito sulla morte di Willy Branchi: adesso don Bruscagin, che vive nel Padovano, è sotto processo per calunnia: per aver indicato nomi e cognomi e moventi, secondo quello che riferì, dei presunti assassini o chi venne coinvolto nell’omicidio di Willy, anche solo nel gettare il suo corpo senza vita, quella notte di 31 anni fa, nella golena del Po, alle porte di Goro.

Il prete assente. Ieri davanti al gup Vartan Giacomelli, don Bruscagin non c’era. Magistrati e avvocati sono rimasti in aula, per la prima udienza del processo a don Bruscagin, appena mezzora. Perché le parti civili (avvocato Bianchi per la famiglia Branchi e Bolognesi per i due fratelli, vittime della calunnia, presunta, del sacerdote) ha chiesto di acquisire diversi verbali di testimonianza di altre persone di Goro spesso citate da don Bruscagin. La difesa del prete (avvocati Catozzi e Rambaldi) ha chiesto di acquisire gli atti dell’inchiesta in corso per l’omicidio: il giudice ha ammesso solo che consultino i verbali chiesti dalle parti civili e che potranno chiederne altri che riterranno opportuni per difendere don Bruscagin. L’udienza entrerà nel vivo il 18 novembre, con il confronto tra le parti. Processo nel processo, dicevamo: questo è già arrivato davanti ai giudici, quello per l’omicidio presto: le indagini sono pressoché concluse, procura e carabinieri stanno selezionando i riscontri e a breve potrebbero depositare gli atti di accusa. Contro gli assassini di Willy e chi li ha coperti: quel pezzo di Goro che per 30 anni ha coperto la morte di Willy, potrebbe tremare. —


D.P.. © RIPRODUZIONE RISERVATA.