Un patto di fine legislatura per la Provincia del dopo Paron

In attesa del voto del 13 dicembre, in Castello a Ferrara avviate le prove di dialogo tra i consiglieri. Condivisa la volontà per una collaborazione istituzionale tra i gruppi

FERRARA. Il dopo Paron è iniziato ieri pomeriggio con una riunione che si è tenuta nella sala consiliare al secondo piano del Castello Estense.


L’incontro. Assente la presidente che di fatto è prossima ormai a decadere come sindaco di Vigarano Mainarda e di conseguenza non può più ricoprire il ruolo di presidente della Provincia, c’è stato un primo confronto con le forze rappresentative che compongono il consiglio provinciale. Si tratta di ultimare il mandato, visto che manca pochissimo prima delle nuove elezioni che sono in programma il prossimo 13 dicembre e che ridisegneranno la nuova squadra che amministrerà l’ente provinciale. «C’è la volontà di collaborare per garantire la continuità amministrativa e accompagnare l’ente alla scadenza elettorale per il rinnovo degli organi», si sono affretti a sintetizzare i presenti al termine della riunione a porte chiuse.


È il “patto di responsabilità”, com’è stato definito, raggiunto durante un incontro istituzionale tra il vicepresidente della Provincia, Nicola Minarelli, i consiglieri provinciali e il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri.
 

Continuità. Confronto che gli stessi hanno ritenuto di concordare, in considerazione della decadenza della presidente Paron e per cercare di dare continuità pienamente istituzionale in questo periodo.

Condivisa la volontà per una collaborazione istituzionale, l’impegno ora è di un prossimo incontro, nel corso del quale iniziare ad esaminare le cose concrete da fare per garantire il lavoro amministrativo dell’ente che ha sede in Castello Estense.

In queste settimane il testimone passerebbe nelle mani dell’attuale vicepresidente Nicola Minarelli per permette alla Provincia di continuare nel piano di investimenti e per poter effettuare quell’assestamento di bilancio che va fatto prima delle elezioni del nuovo consiglio.

Durante la seduta il consigliere provinciale del Pd, Davide Bertolasi, ha voluto ringraziare la presidente Barbara Paron per il suo operato in questi mesi che l’hanno vista al vertice della provincia, non dello stesso parere il sindaco di Ferrara Alan Fabbri che ha ricordato le responsabilità della Paron.

Su questa vicenda, ne è nato un alterco, l’uni pare , durante una seduta nel quale tutti si sono sforzati di remare nella stesa direzione per arrivare alla fine della legislatura.

Finita la riunione, il gruppo del centro destra è uscito subito con la delegazione capeggiata da Alan Fabbri. Un quarto d’ora dopo, quando ormai calava la sera sul Castello, è uscito Nicola Minarelli con gli altri consiglieri del centro sinistra. Nonostante la divisione all’uscita, l’accordo pare congiunto. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA