Santa Maria Codifiume, una scuola per Eleonora: la comunità non dimentica

Toccante cerimonia domenica per ricordare la ragazzina morta a soli 12 anni. Il sindaco: «Più che giusta la scelta di intitolare questo luogo alla sua memoria»

Santa Maria Codifiume, una scuola per Eleonora: la comunità non dimentica

SANTA MARIA CODIFIUME. Eleonora Gamberoni, l’alunna 12enne morta il 3 ottobre 1992 investita da un’auto, resterà per sempre anche nella memoria di coloro che non l’hanno mai conosciuta. Perché da ieri le scuole elementari e medie di Santa Maria Cofiume portano il suo nome.

LA CERIMONIA

La scritta in corsivo, i colori, quelle lettere che girano ed hanno ancora l’eleganza che solo i bambini sanno dare, è forse l’omaggio più bello alla ragazzina. Una scuola per lei: una scelta perfetta. «Generalmente i nostri istituti sono intitolati a personaggi illustri – ha detto il sindaco di Argenta Andrea Baldini –. E per carità, la memoria deve restare viva e i ragazzi devono conoscerla. La storia, però, non è fatta solo dai grandi, soprattutto quella dei piccoli paesi. Scegliere di incorniciare per sempre il nome di Eleonora Gamberoni è un atto di coraggio e io sono orgoglioso di quanto è stato fatto».

La decisione risale al 20 e 22 novembre 2016 quando, attraverso elezioni democratiche locali, venne espressa la volontà, con decisione e con cuore, di far rivivere le speranze e le ambizioni di Eleonora nei bambini che frequenteranno la scuola a lei intitolata, dandole un futuro, nella memoria dei posteri.

LA SCELTA

Eleonora Gamberoni trascorse l’infanzia e i primi anni dell’adolescenza nella frazione argentana, frequentando la scuola materna, le elementari e una parte delle medie con grande impegno e partecipazione. Vinse anche diversi concorsi scolastici letterari banditi da enti educativi e sociali del territorio. A ricordarla ieri mattina era presente tutto il paese, come anche le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e i ragazzi che frequentano la scuola. C’era anche qualche amico di Eleonora, che adesso avrebbe avuto 40 anni. «Era bravissima, in ogni cosa che faceva. La scuola era la sua passione ed è più che giusto che chiunque passi da qui possa leggere e ricordare».

LE PAROLE

«Siamo tutti orgogliosi della scelta che i cittadini hanno fatto - dice la responsabile della scuola -. E da oggi in poi Eleonora è in qualche modo qui con noi». «Possiamo testimoniare oggi la bellezza, la gioia e l’importanza che può avere una scuola. Non è un caso se si siamo tutti qui, se c’è una partecipazione sperata ma inaspettata e per la nostra comunità è un momento che non potrà mai essere cancellato, come non è mai stato cancellato il sorriso di quella ragazzina». Un lunghissimo applauso e tanta commozione hanno accompagnato un momento forte e sentito, che resterà nel cuore di tutti. —

an.bo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi