Lido Spina, alcol ai ragazzini: il Tar boccia il ricorso del "Meridiana"

Confermati i cinque giorni di chiusura al pub ristorante decisi dal Questore. Dopo lo stop di luglio il locale ha continuato a servire drink ai minori: 9 multe  

LIDO SPINA. A luglio dopo i controlli della polizia amministrativa della Questura di Ferrara era scattato lo stop del locale per l’ordinanza del questore Capocasa che imponeva al bar ristorante “Meridiana” di Lido di Spina la chiusura dell’esercizio per cinque giorni. Un provvedimento nato dagli accertamenti effettuati durante servizi di contrasto alla somministrazione di bevande alcoliche a minori di 18 anni, e dopo numerose segnalazioni raccolte e provenienti da più fonti.

TRE RAGAZZE

In quelle serate di luglio venivano controllate tre ragazze di età tra i 14 e 16 anni che all’uscita, in area esterna del locale, sorseggiavano drink appena acquistati, senza che il cassiere e poi il barista avessero chiesto loro il documento di identità per verificarne la maggiore età. E per questo scattò lo stop: ma dopo la notifica del provvedimento, il titolare del bar ristorante ha presentato ricorso al Tar dell’Emilia Romagna per chiedere l’annullamento della sanzione. Il Tar, in prima battuta, aveva sospeso l’ordinanza di chiusura, rinviando però la discussione ai primi di settembre per entrare nel merito. E così, la Questura di Ferrara, tramite l’Avvocatura di stato, ha sostenuto davanti al Tar stesso la legittimità dell’ordinanza che aveva lo scopo di tutelare l’ordine pubblico, evitando di favorire che in quel locale i giovani potessero consumare bevande alcoliche e superalcoliche senza nessun tipo di controllo da parte dei gestori e baristi. Nei giorni scorsi il Tar ha dato ragione alla Polizia e respinto la domanda di annullamento del provvedimento, ritenendo privi di fondamento i rilievi posti dal legale che rappresentava il locale, ritenendo legittimo l’operato del questore. Pertanto, il bar ristorante “Meridiana” sconterà la chiusura dell’attività per cinque giorni come disposto.

Lido Estensi e Spina, troppo alcol a minori: chiusi due locali

CONTROLLI

Ma c’è di più: gli agenti della Polizia amministrativa, in attesa della pronuncia del Tar avevano continuato i controlli sul locale e scoperto altri episodi in cui in modo indiscriminato veniva venduto alcol a ragazzi e ragazze minorenni. Pertanto sono stati notificati alla titolare del “Meridiana” le contestazioni di 9 sanzioni amministrative di circa 3. 000 euro per ripetute somministrazioni ad altrettanti minori. Da qui il questore Capocasa ribadisce e lancia il monito: «Sono sempre più numerosi i giovanissimi che fanno uso di sostanze stupefacenti e alcoliche e si comincia sempre prima. Il tossicodipendente e alcoldipendente non sono liberi: sono schiavi dei loro vizi e non riescono ad avere una vita normale, in famiglia e con gli amici. È necessario, oltre ad una sistematica attività di controllo sul “campo”, promuovere campagne di sensibilizzazione, come quella che la polizia di stato ha intrapreso, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Ferrara». –

© RIPRODUZIONE RISERVATA.