Jolanda di Savoia, area sportiva senza cura: «Il Comune intervenga»

Proteste in via Boretti: le strutture e la siepe abbandonate a se stesse

JOLANDA DI SAVOIA. «Da quando non c’è più la società di calcio siamo praticamente invasi dalla siepe, tanto che non riusciamo ad intervenire nelle nostre abitazioni». A parlare è una donna di Jolanda, una delle dieci famiglie residenti in via Boaretti, nell’area sportiva, ormai sempre più degradata dalla concomitanza dell’assenza dei volontari della società sportiva e dalla mancata manutenzione da parte dell’amministrazione comunale.

SIEPE PIÙ ALTA DELLE CASE


Il risultato è che la siepe che delimita il campo di calcio oltre ad essere più alta delle abitazioni è ormai “incollata” alle stesse, impedendo ai residenti anche solo un semplice giro della casa. Figuriamoci le necessarie manutenzioni richieste con una certa frequenza da un edificio.

«I nostri vicini - continua la signora - di tasca loro hanno sistemato la parte di siepe che era sulla loro casa, ma non è giusto che siamo noi a spendere soldi per qualcosa di cui si dovrebbe occupare l’amministrazione. Solo che le case hanno bisogno di essere “rinfrescate”, ma neppure riusciamo a verniciare i muri in questa situazione».

Le segnalazioni in tal senso non sono mancate: «Ho protestato più volte personalmente e non sono l’unica di questa via. Sono andata in Comune una decina di volte negli ultimi anni. Con l’ex sindaca Elisa Trombin non sono riuscita a parlare una sola volta, con l’attuale Paolo Pezzolato invece sì, ma senza alcun risultato. Ci dice che manderà qualche dipendente a sistemare la situazione, ma siamo sempre allo stesso punto. Una volta mi ha detto che avrebbe tagliato la siepe così si sarebbe risolto il problema una volta per tutte: ma noi non chiediamo di tagliarla, vogliamo solo che l’area venga pulita, idem il parco e l’area sportiva di Jolanda, ormai abbandonate».

ADDIO PISTA DA BALLO

Come detto, una volta il campo sportivo era gestito dalla società di calcio (da non confondere col Real Savoia, che si occupa di settore giovanile e utilizza un’altra struttura), che si occupava anche della manutenzione della siepe: «Tutte le famiglie che vivono in questa via sono qui da decenni e non vi è stato mai alcun problema di questo tipo, perché i volontari della società oltre a curare il campo, sistemavamo la siepe e anche il parco. Ora, ed è così da alcuni anni, accade più nulla di tutto questo e ci ritroviamo con la siepe in casa e l’erba alta, almeno finché qualche cittadino di buona volontà non la taglia. È un peccato, avevamo un’area sportiva molto bella, invece la pista da ballo è stata distrutta da una ruspa e lasciata lì, al pari del campo da calcio e dei campi da tennis. Va tutto in malora e nessuno dice o fa niente». —

D.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi