Ferrara, a bando il nuovo percorso Meis-centro: ex Camilli, partita la riqualificazione

A fine mese la consegna dei lavori per la Darsena, si aspetta l’ok dal ministero per il progetto alternativo al multipiano

FERRARA. Il piano periferie in questa fase fa molto discutere e non solo dei palazzi della politica, per la riqualificazione di un fetta importante della città che fa da cerniera tra il Po di Volano, la Darsena, il Meis e il centro cittadino. Ci sono 18 milioni di euro arrivati dallo Stato ottenuti dalla passata amministrazione da investire e occorre fare presto per non perderli. Dopo lo stop nei mesi del lockdown la macchina dei vari progetto che compongono l’articolato piano è in moto su più fronti.

Cambio di progetto


Rimane in sospeso il progetto più corposo, quello che finanziava con 5 milioni di euro un parcheggio multipiano all’ex Mof. La giunta ha cambiato idea su sollecitazioni di alcuni consiglieri di maggioranza e così è stato presentato un progetto alternativo, con auto parcheggiate a raso e verde, che aspetta il definitivo via libera da parte del ministero per ottenere i fondi sperati. In attesa del giudizio da Roma, iniziano ad arrivare intanto i primi confortanti risultati.

Percorso Meis-centro

È stato messo a bando in questi giorno il progetto da 600mila euro per l’accessibilità e i percorsi ciclo-pedonali dal Meis verso il centro storico fino alla zona del vecchio ghetto ebraico. L’intervento consiste nel rifacimento dei marciapiedi su via Piangipane da corso Isonzo a vicolo del Chiozzino. Si provvederà poi a ripavimentare vicolo del Chiozzino fino a via del Turco per arrivare in piazza Cortevecchia, dopo che Hera avrà cambiato la rete idrica e fognaria.

Al via i lavori all’ex camilli

Sono partiti intanto i lavori per trasformare l’area dell’ex Camilli, che è stata opportunamente bonificata, in un grande parco di ottomila metri quadrati con percorso ciclabili fino a via Darsena e piante ad alto fusto in grado di depurare ulteriormente il terreno. Lavori previsti per 273 mila euro, ma il progetto complessivo prevede un esborso di mezzo milione di euro.

A Fine ottobre tocca alla darsena

Intanto si conta di consegnare il cantiere entro la fine del mese di ottobre alla ditta che si è aggiudicata l’appalta per lavori di ristrutturazione della Darsena, quel tratto proprio a ridosso del Po di Volano per oltre 1,350 milioni di euro. Un’opera che va ad inserirsi dopo la costruzione del nuovo centro di canottaggio.

Riqualificazione di via Darsena

È in procinto a breve anche la riqualificazione della strada via Darsena per un importo di 3 milioni di euro oltre 800mila euro per i sottoservizi. Il tutto per migliorare il decoro del quartiere. —


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi